Castello di Caernarfon

Castello di Caernarfon (Gwynedd) fu iniziata nel giugno 1283 durante la seconda guerra gallese. Nella sua forma Caernarfon è diverso da tutti gli altri castelli edoardiani e, si può sostenere, i suoi tratti distintivi sono deliberatamente simbolici degli atteggiamenti politici di Edoardo I e delle sue ambizioni in Galles. In primo luogo, Edward ha sempre sostenuto che la sua conquista era semplicemente la riaffermazione del diritto stabilito. Il castello di Caernarfon incorpora l'antica motte del castello di Hugh, conte di Chester, costruito alla fine dell'XI sec. durante la prima penetrazione normanna in Galles, e riprende così una signoria simboleggiata dalla precedente fortificazione. In secondo luogo, le monarchie nazionali dell'epoca consideravano il proprio potere in termini imperiali. Così gli avvocati di Filippo IV in Francia insistevano sul fatto che "il re di Francia è imperatore nel suo regno" ed è certo che Edoardo condivideva questo interesse. Le associazioni cristiane romane di Caernarfon furono incoraggiate consapevolmente. Il sito di Caernarfon è Roman Segontium. Nel 11, durante i lavori di costruzione, un corpo, ritenuto quello di Magnus Maximus (1283-383), presunto padre dell'imperatore Costantino, fu scoperto e, su ordine di Edoardo, seppellito nella nuova chiesa della città. Il castello, unico tra i castelli gallesi, fu costruito con torri poligonali e muratura a fasce, imitando le mura di terra di Costantinopoli, ritenute all'epoca opera dello stesso Costantino. La torre del re nel castello, sede del governo nel principato, era decorata con aquile imperiali. Infine, Edoardo scelse il castello come luogo di nascita di suo figlio, il futuro Edoardo II, ma anche Edoardo di Caernarfon e il primo principe inglese del Galles.

Lynda Rollason