Case, stephen m.

Sotto Stephen M. Case (1958–), America Online, Inc. (AOL), la società di servizi in linea orientata al consumatore che ha co-fondato nel 1985, è diventata il leader indiscusso nel suo mercato per tutto il ventesimo secolo. L'abbonamento degli utenti di AOL è raddoppiato regolarmente nel corso degli anni '1990, raggiungendo oltre 14 milioni di abbonati entro la fine del 1998. Gli instancabili sforzi di Case per ampliare l'attrattiva del servizio e costruire una quota di mercato maggioritaria hanno spinto i guadagni dell'azienda oltre il miliardo di dollari nel 1996, facendo di AOL società di nuovi media per raggiungere questo traguardo.

Il successo di AOL ha portato Case ai vertici della retribuzione dei dirigenti. Solo nel 1998, secondo il New York Times, il suo compenso diretto è stato di $ 16.4 milioni e il valore delle sue stock option nella società è cresciuto di $ 324.5 milioni.

Case è nato nel 1958 ed è cresciuto a Honolulu, Hawaii. Imprenditore in tenera età, lui e suo fratello Dan avevano un chiosco di succhi di quartiere e consegnavano giornali. Nella loro adolescenza, tuttavia, i fratelli Case andarono oltre le solite imprese giovanili e iniziarono a gestire un'attività di direct-mail e vendita porta a porta.

Stephen Case ha studiato scienze politiche al Williams College. Dopo il diploma ha lavorato prima con Proctor and Gamble e poi per Pizza Hut. Nel 1983 ha assunto la posizione di assistente marketing presso Control Video Corporation che stava introducendo un servizio di gioco online. L'azienda ha subito problemi finanziari e ha licenziato la sua gestione. Jim Kimsey, un imprenditore e ristoratore di successo, è stato nominato amministratore delegato. Kimsey ha scelto Case per aiutare a ridefinire gli obiettivi di business di Control Video e per cercare nuovo capitale di rischio.

Nel 1985 Kimsey e Case ribattezzarono la società Quantum Computer Services, Inc. e iniziarono a offrire servizi in linea ai proprietari dei famosi computer Commodore. Inoltre, hanno ampliato il loro mercato producendo software per computer Apple e Tandy e per sistemi DOS e Windows. Le divisioni separate dell'azienda si sono fuse nel 1991 e la società è stata ribattezzata America On-line, Inc. (AOL).

Nel 1992, quando Kimsey divenne presidente della nuova società, nominò Case come amministratore delegato. All'epoca, la quota di mercato di AOL era molto indietro rispetto ai principali servizi in linea, CompuServe e Prodigy. Case ha avviato un'ambiziosa campagna di marketing progettata per colmare il divario. L'azienda ha inviato migliaia di floppy disk a potenziali clienti, offrendo prove gratuite del servizio e tariffe di abbonamento ridotte. La strategia ha funzionato fin troppo bene. Entro la fine dell'anno, AOL aveva difficoltà a gestire l'afflusso di nuovi affari.

Negli anni successivi, Case ha lavorato duramente per fornire un mix di prodotti e servizi che attirassero un'ampia varietà di abbonati. L'azienda offriva ai propri clienti accesso a Internet, possibilità di comunicare in chat e bacheche e un affidabile servizio di posta elettronica. Case ha stretto accordi e ha formato partnership con aziende come NBC, the New York Timese riviste Hachette per fornire i contenuti necessari per attirare nuovi clienti. Un browser Internet è stato aggiunto ai servizi di AOL nel 1994 con l'acquisizione di una società chiamata BookLink. Case ha anche iniziato a indagare sulle connessioni via cavo ad alta velocità con partner commerciali come Intel e Viacom.

Sebbene i servizi concorrenti fossero di proprietà di giganti aziendali, Case era determinata a mantenere AOL indipendente. Tuttavia, non era contrario ad alleanze e acquisizioni. Nel febbraio 1995 annunciò che AOL aveva costituito una joint venture da 100 milioni di dollari con il conglomerato mediatico tedesco Bertelsmann AG, al fine di espandersi all'estero. L'anno successivo Case stipulò un accordo con AT&T per la sua nuova attività di accesso a Internet. Alla fine del 1998, con un acquisto di 4.21 miliardi di dollari, AOL ha rilevato Netscape Communications Corporation, un pioniere nel mercato dei browser Internet, e ha acquisito Moviefone per 388 milioni di dollari nel 1999.

La strada per il dominio di AOL nel proprio mercato non è stata sempre agevole. Nell'agosto 1996, i problemi riscontrati durante una manutenzione ordinaria della rete AOL hanno provocato un blackout del servizio di 19 ore. Reclami più seri dei clienti derivavano dalla decisione dell'azienda nel dicembre 1996 di passare da un sistema di pagamento a più livelli a un piano tariffario fisso illimitato. I clienti di AOL, che allora contavano oltre sette milioni, iniziarono a rimanere in linea per periodi più lunghi, creando blocchi nel sistema. Gli abbonati sono diventati sempre più frustrati per il servizio inaffidabile e si sono rivolti agli avvocati generali in più di 30 stati per chiedere aiuto. Come parte di un accordo raggiunto all'inizio del 1997, Case ha accettato di interrompere la pubblicità fino a quando la sua azienda non fosse stata in grado di gestire la domanda dei clienti.

In un discorso del 1998 alla conferenza annuale di Jupiter Communications intitolato "Dieci comandamenti per costruire il mezzo: stabilire le priorità", Case ha detto, "[T] tubo di noi nella comunità di Internet ci siamo trovati in una missione. È una missione fare questo nuovo mezzo centrale per la vita delle persone come la televisione e il telefono, e ancora più prezioso. E forse la cosa più importante da ricordare per tutti noi di questa missione, per il nostro successo, è quanto siamo ancora lontani dal realizzare esso. " Alla fine del ventesimo secolo, Stephen Case ha continuato a guidare la sua attività verso la realizzazione di questo obiettivo.