Calloway, Nathaniel

October 10, 1907
3 Dicembre ,1979

Il chimico e medico Nathaniel Oglesby Calloway è nato a Tuskegee, Alabama, figlio di James e Marietta (Oglesby) Calloway. Si laureò all'Iowa State College nel 1930. Nel 1933, quando ottenne un dottorato di ricerca. in chimica organica (anche nello stato dell'Iowa), Calloway è diventato il primo afroamericano a ricevere un dottorato accademico da un'istituzione a ovest del Mississippi. Ha insegnato chimica fino al 1940 al Tuskegee Institute e poi alla Fisk University. Nel 1935, ha preparato la prima recensione in lingua inglese della cosiddetta reazione di Friedel-Crafts (1877), un fenomeno nella chimica organica con importanti applicazioni nelle industrie della plastica, dei profumi, dei tessuti e del petrolio. Il lavoro di Calloway è stato ampiamente citato.

Calloway si iscrisse alla facoltà di medicina presso l'Università dell'Illinois, laureandosi in medicina nel 1943. Durante la seconda guerra mondiale, diresse uno studio sponsorizzato dal governo sulle pratiche di convalescenza. Divenne un convinto sostenitore della deambulazione precoce, la teoria (ora generalmente accettata) secondo cui i pazienti post-operatori migliorano più rapidamente quando non sono confinati a letto. Dopo il 1947 la sua ricerca si è concentrata su argomenti di gerontologia e geriatria. Ha proposto una "teoria generale della senescenza" (o invecchiamento) nel 1964. Nel corso dei dieci anni successivi, ha pubblicato ventisei articoli nel Journal of the American Society Geriatria.

Calloway servì come direttore medico del Provident Hospital di Chicago fino al 1949, quando fondò la Medical Associates di Chicago, uno studio di gruppo nero nel centro città. Dopo quattordici anni come presidente di Medical Associates, è diventato capo dei servizi medici per il Veterans Administration Hospital di Tomah, Wisconsin. Attivista per i diritti civili, è stato presidente della Chicago Urban League dal 1955 al 1960 e della Madison, Wisconsin, filiale della NAACP nel 1969.

Guarda anche Scienze

Bibliografia

Calloway, NO "Le sintesi di Friedel-Crafts". Recensioni chimiche 17 (1935): 327-392.

philip n. alessandro (1996)