Caernarfonshire

Caernarfonshire. Contea del Galles settentrionale. Faceva parte del territorio tribale dei Venedotae celtici, poi regno gallese di Gwynedd. "Arfon" è la terra di fronte a Môn (Anglesey) e il nome della contea deriva dalla fortezza romana Castrum (o Caer) di Segontium, Caer yn Arfon. Con la distruzione di Gwynedd da parte di Edoardo I, Arfon, insieme alla penisola di Llŷn, Eifionydd a sud, e Arllechwedd, la terra a ovest del fiume Conwy, furono uniti dallo statuto di Rhuddlan nel 1284 come Caernarfonshire, una contea del principato del Galles. All'atto di unione con l'Inghilterra del 1536 la contea rimase, ma nel 1974 divenne parte della contea di Gwynedd e fu divisa in tre distretti, Arfon, Dwyfor (Llŷn) e Aberconwy. Nel 1996 Môn è stato distaccato e Caernarfonshire, Eifionydd e Aberconwy rimangono la nuova contea di Gwynedd.

La contea era dominata dal massiccio dello Snowdon (Eryri) con le vette più alte del Galles (yr Wyddfa, 3,560 piedi), un terreno ghiacciato di ripidi pendii montuosi, valli profondamente erose e laghi. È uno dei parchi nazionali del Galles. È prevalentemente agricolo con l'allevamento di pecore come impresa principale, ma estese estrazioni e miniere di ardesia nel XVIII e XIX secolo. hanno sfregiato il paesaggio. C'è ancora una certa produzione di ardesia, ma il turismo, in particolare le passeggiate in collina e l'arrampicata su roccia, è un elemento significativo dell'economia. Gli schemi idroelettrici sfruttano i pendii ripidi e i fiumi che scorrono veloci.

Considerato come la principale solidità montuosa del Galles, ha mantenuto il linguaggio gallese. Nel 1901, l'89.6% parlava gallese e il 47.7 era gallese monoglotta. Nel 1991 la percentuale di lingua gallese era scesa a 61.5. Nel 1991 la popolazione totale era 133,338.

Harold Carter