Bombardamento di Beirut

Attentato a Beirut (23 ottobre 1983). Probabilmente il più grande disastro di politica estera dell'amministrazione del presidente Ronald Reagan si è verificato quando un camion carico di esplosivi si è schiantato contro la caserma dei marine statunitensi all'aeroporto internazionale di Beirut in Libano, uccidendo 241 marines e marinai statunitensi e ferendone oltre 100 altri. Otto anni di conflitti settari, complicati dalla competizione tra interessi siriani, israeliani e palestinesi all'interno del Libano, avevano trasformato il paese in un campo armato assediato. Quattro mesi di negoziazioni mediate dagli Stati Uniti nel 1983 non sono riusciti a trovare un accordo e hanno coinciso con un attentato suicida con un'autobomba dell'ambasciata americana a Beirut il 18 aprile che ha ucciso sessantatré persone. Quando Israele ha ridistribuito le forze a sud di Beirut il 3 e 4 settembre, pesanti combattimenti hanno esposto i marines americani al fuoco nemico. Gli attentati suicidi simultanei da parte di militanti musulmani del quartier generale del mantenimento della pace statunitense e francese il 23 ottobre hanno rinnovato la determinazione pubblica di Reagan a rimanere in Libano piuttosto che rischiare di perdere credibilità americana. Il crollo del governo di coalizione guidato dai cristiani del Libano il 5 febbraio 1984, e lo sbarco delle milizie cristiane di Beirut occidentale due giorni dopo, costrinsero Reagan a riconsiderare la situazione. Secondo i critici dell'amministrazione Reagan, nel momento in cui i marines statunitensi erano stati ridistribuiti al largo in mare aperto, un totale di 257 membri del personale di servizio era stato inutilmente ucciso. Persino i sostenitori dell'amministrazione hanno ammesso che le forze di mantenimento della pace statunitensi non avevano apprezzato il carattere intrattabile della sanguinosa guerra civile libanese.

Bibliografia

Hourani, Albert e Nadim Shehadi, eds. I libanesi nel mondo. Londra: Center for Lebanese Studies, 1991.

Mackey, Sandra. Libano: morte di una nazione. Chicago: Congdon and Weed, 1989.

Rabinovich, Itamar. La guerra per il Libano, 1970-1983. Ithaca, NY: Cornell University Press, 1984.

Bruce J.Evensen/cw