blat

L'uso dell'influenza personale per ottenere qualcosa di valore.

controsoffitto gergo comune in epoca sovietica, deriva da un'espressione russa più antica, blatnoy zhargon, "i discorsi dei ladri", che accompagnavano i reati. Ad esempio, un industriale tolkach ("pusher" o expediter) potrebbe usare blat per ottenere una parte o materiale necessario senza un ordine di allocazione pianificato (naryad ). Potrebbe essere meglio che aspettare le forniture essenziali attraverso canali formali, perché i piani mensili e annuali avevano scadenze per l'adempimento. Un modo per accogliere uno spacciatore amichevole sarebbe dichiarare "scarti" di output perfettamente buoni, che potrebbero essere legalmente venduti senza un ordine di assegnazione. L'uso del blat sarebbe più probabile se l'impresa ricevente producesse un bene di consumo a bassa priorità. Un cittadino potrebbe anche impiegare blat per assicurarsi un appartamento più grande in una posizione favorevole.

In generale, l'uso di blat implicava un obbligo reciproco in futuro, ma potrebbe comportare il dono di una bottiglia di vodka o una piccola tangente. Blat di solito funzionava tra amici o parenti; si esitava a trattare con perfetti sconosciuti perché queste transazioni erano illegali e le sanzioni potevano essere severe. Con una pianificazione rigorosa, quando le merci e gli appartamenti erano sempre brevi, un detto popolare popolare era "Blat è più alto di Stalin!" Tali accordi informali erano vitali per compensare le numerose lacune della pianificazione sovietica e per consentire ai manager di realizzare i loro piani e ai cittadini di sopravvivere e vivere con un certo comfort. In molti casi, quindi, si può dire che il blat sia stato funzionale all'ordine totalitario, anche se in qualche modo illecito. Dall'altro, ha anche diminuito il vantaggio competitivo che gli amministratori del sistema volevano dare a produzioni importanti, sottoposte a un controllo rigoroso.