Bifenili polibromurati

I bifenili polibromurati (o PBB) sono sostanze chimiche utilizzate per rendere la plastica ignifuga. Nel Michigan all'inizio degli anni '1970 un tipo di PBB è stato accidentalmente mescolato al mangime per il bestiame e somministrato agli animali da fattoria, provocando malattie e / o morte in decine di migliaia di animali. Una gran parte dei nove milioni di residenti del Michigan si ammalò per il risultato di avere carne o pollame contaminati.

I bifenili polibromurati sono costituiti da una sostanza chimica nota come benzene (a volte indicata come "fenile") derivata dal catrame di carbone. Il benzene contiene sei carbonatomi collegati in una formazione ad anello esagonale con due atomi di idrogeno attaccati a ciascun atomo di carbonio lungo l'esterno dell'anello. Due anelli benzenici possono essere collegati insieme per formare una molecola di difenile. Quando un atomo di bromo sostituisce uno degli atomi di idrogeno sugli anelli fenilici, si dice che il composto è "bromurato"; quando si verifica più di una sostituzione di questo tipo, il composto è "polibromurato". Il termine "bifenile polibromurato" è alquanto impreciso poiché non specifica quanti atomi di bromo sono presenti oa quali atomi di carbonio sono attaccati.

Un tipo specifico di PBB, bifenile esabrominato (che contiene sei atomi di bromo), è stato sviluppato per essere utilizzato come ritardante di fiamma per la plastica. Questo solido cristallino bianco è incorporato nella plastica dura utilizzata per realizzare telefoni, calcolatrici, asciugacapelli, televisori, infissi di automobili e altri oggetti simili a rischio di surriscaldamento. Il vantaggio dell'utilizzo di bifenile esabrominato nelle materie plastiche è che quando sono esposti alla fiamma, la presenza del PBB consente alla plastica di fondersi (piuttosto che prendere fuoco) e quindi di defluire dalla fonte di accensione. Lo svantaggio principale di questo materiale è la sua elevata tossicità; infatti composti simili vengono utilizzati in pesticidi ed erbicidi per la loro capacità di uccidere efficacemente insetti ed erbacce a livelli molto bassi. Un altro effetto collaterale negativo è la sua capacità di persistere nell'ambiente per lunghi periodi di tempo.

All'inizio degli anni '1970 il bifenile esabrominato veniva prodotto da una piccola azienda chimica del Michigan con il nome commerciale Firemaster BP-6 (BP-6 stava per bifenile, 6 atomi di bromo). Il BP-6 è stato venduto ad aziende che producono varie materie plastiche e solo nel 1973 sono stati venduti oltre 3 milioni di libbre (1.3 milioni di kg) di questo materiale. La stessa azienda produceva anche ossido di magnesio, un altro materiale solido cristallino bianco, utilizzato come additivo nell'alimentazione del bestiame per migliorare la digestione. A causa delle scarse procedure di etichettatura, si ritiene che migliaia di libbre di Firemaster siano state erroneamente identificate come ossido di magnesio e spedite ad aziende che producevano mangimi per animali. Di conseguenza, tonnellate di mangime per bestiame sono state contaminate con bifenile esabrominato. Quando questo mangime è stato somministrato a bovini e pollame, anche questi sono stati contaminati da PBB.

Molti degli animali hanno sviluppato sintomi minori come il disorientamento. Altri si ammalano gravemente, con emorragie interne o lesioni cutanee, mentre molti altri muoiono. (Studi sull'alimentazione controllata degli animali hanno successivamente dimostrato che i PBB possono causare emorragie gastrointestinali, danni al fegato, nonché difetti alla nascita come l'esencefalia, una deformazione del cranio.) Quando il loro bestiame ha iniziato a ammalarsi e morire, gli agricoltori erano comprensibilmente sconvolti. Tuttavia, poiché non conoscevano la causa del problema, non si rendevano conto che la carne contaminata di questi animali rappresentava un rischio per la salute. Pertanto, la carne di alcuni degli animali malati è stata incorporata nel mangime animale che a sua volta ha contaminato altri animali. Peggio ancora, la carne delle vacche più sane che venivano macellate veniva venduta per il consumo umano. Inoltre, il pollame che ha consumato il mangime contaminato ha deposto uova contenenti alti livelli di PBB. Un numero enorme di persone nel Michigan e oltre (stimato in oltre nove milioni di individui), ha ingerito involontariamente quantità pericolose per la salute di PBB.

I sintomi dell'ingestione di PBB nell'uomo dipendono dalla concentrazione e variano a seconda dell'individuo, ma sono comuni dolori di stomaco, sanguinamento anomalo, perdita di equilibrio, lesioni cutanee, dolori articolari e perdita di resistenza alle malattie. Centinaia di famiglie di agricoltori hanno sviluppato malattie estese a causa della contaminazione da PBB. Nel complesso, si è verificata una contaminazione a lungo termine per molti residenti del Michigan e poiché gli effetti a lungo termine dei PBB non sono ancora del tutto compresi, potrebbero essere necessari decenni prima che il vero impatto di questa crisi sia noto.