Biblioteche, presidenziali

Biblioteche, presidenziali. Istituite per concentrare i materiali d'archivio relativi ai singoli presidenti degli Stati Uniti e per raccogliere manufatti pertinenti per la ricerca e la visualizzazione pubblica, le biblioteche presidenziali sono diventate importanti archivi e musei. La maggior parte delle biblioteche presidenziali sono finanziate a livello federale e privato e sono gestite dalla National Archives and Records Administration

(NARA). Due non fanno parte della NARA: la Biblioteca e museo Rutherford B. Hayes a Fremont, Ohio, e la Biblioteca e luogo di nascita Richard Nixon a Yorba Linda, California. Fondata nel 1916, la Hayes Library è la più antica biblioteca presidenziale e riceve alcuni finanziamenti dallo stato dell'Ohio. La Biblioteca di Nixon, aperta nel 1992, funziona principalmente come un museo a causa di controversie legali sulla custodia dei documenti presidenziali di Nixon. Dall'approvazione del Presidential Recordings and Materials Preservation Act del 1974, i documenti presidenziali di Nixon sono stati elaborati e conservati dalla NARA, che ha iniziato ad aprirli al pubblico nel 1987, con il nome di Nixon Presidential Materials Project.

Nel 1939 il Congresso autorizzò la Franklin D. Roosevelt Library ad Hyde Park, New York, rendendola così la prima biblioteca presidenziale amministrata a livello federale. Il terreno e l'edificio iniziale sono stati donati a privati. Roosevelt ha redatto i suoi documenti ufficiali, documenti personali e molti artefatti, che il governo ha accettato di mantenere, insieme alla struttura della biblioteca, per scopi di ricerca e museo. La Biblioteca Roosevelt fu aperta al pubblico nel 1941. La raccolta di fondi per la biblioteca di Harry S. Truman iniziò prima che Truman lasciasse l'incarico nel 1953. Ben presto iniziarono anche gli sforzi per istituire una biblioteca per il nuovo presidente, Dwight D. Eisenhower. Di conseguenza, gli archivi nazionali cercarono una legislazione per regolarizzare la creazione di biblioteche presidenziali. Nel 1955 il Congresso approvò la Legge sulle biblioteche presidenziali, consentendo al governo di accettare materiali storici, terreni donati ed edifici per l'istituzione di biblioteche presidenziali e per mantenerli e gestirli. La Biblioteca Truman aprì a Independence, Missouri, nel 1957, e la Biblioteca Eisenhower ad Abilene, Kansas, nel 1962. Istituzioni simili sono state create a nome di Herbert Hoover a West Branch, Iowa; John F. Kennedy a Boston; Lyndon B. Johnson ad Austin, Texas; Gerald R. Ford ad Ann Arbor e Grand Rapids, Michigan; Jimmy Carter ad Atlanta, Georgia; Ronald Reagan a Simi Valley, California; e George Bush a College Station, Texas. La biblioteca di William Clinton sarà a Little Rock, Arkansas. Dall'approvazione del Presidential Records Act del 1978, nessun presidente può rivendicare la proprietà privata dei suoi documenti, ma può limitare l'accesso ad essi per un massimo di dodici anni, dopodiché possono essere soggetti a rilascio ai sensi del Freedom of Information Act.

Nel 1992 le biblioteche presidenziali federali avevano in custodia 218 milioni di pagine di documenti e documenti e 263,000 manufatti. Quell'anno le biblioteche ebbero 1,534,281 visitatori e, con i registri di Nixon sotto custodia federale, attirarono 13,409 visite di ricerca giornaliere e 55,906 richieste scritte e orali. La disponibilità di tali fondi ha aumentato la quantità e la qualità della ricerca collegata ai recenti presidenti ed è servita come un prezioso strumento di educazione pubblica. Le organizzazioni private di sostegno affiliate alle biblioteche hanno anche finanziato conferenze, borse di ricerca, pubblicazioni, conferenze e altri aspetti del programma delle biblioteche presidenziali.

Bibliografia

McCoy, Donald R. The National Archives: America's Ministry of Documents, 1934–1968. Chapel Hill: University of North Carolina Press, 1978.

Schick, Frank L., Renee Schick e Mark Carroll. Documenti della Presidenza: carte presidenziali e biblioteche da Washington a Reagan. Phoenix, Arizona: Oryx Press, 1989.

US National Archives and Records Administration. Rapporto annuale per l'anno conclusosi il 30 settembre 1992. Washington, DC: National Archives and Records Administration, 1993.

Veit, Fritz. Biblioteche e collezioni presidenziali. New York: Greenwood, 1987.

Donald R.McCoy/fh