Benny, Jack (1894-1974)

Jack Benny è stato uno dei comici più famosi e influenti del ventesimo secolo. Era noto per il suo sottile senso del tempismo comico, che si basava su una lunga pausa e su un'espressione gelata e addolorata per suscitare risate. L'umorismo di Benny si concentrava sul personaggio truccato di uno scherzoso pizzicotto (uno che è molto conservatore, spesso a buon mercato, con i suoi soldi). In uno dei suoi classici schizzi a fumetti, Benny è trattenuto da un ladro che chiede: "I tuoi soldi o la tua vita". Dopo la sua caratteristica lunga pausa, Benny risponde: "Ci sto pensando". In un altro momento classico, quando gli veniva chiesto della sua età, Benny diceva sempre che aveva "trentanove anni", una frase che diventava più divertente con il passare degli anni e la vecchiaia.

Benny è nato Benjamin Kubelsky. A differenza di altri intrattenitori ebrei del suo tempo, non ha adottato un approccio etnico alla commedia. Ciò potrebbe essere dovuto al fatto che le sue radici erano nella città del Midwest di Waukegan, Illinois, piuttosto che nel "crogiolo" di immigrati (miscela razziale, sociale e culturale) di New York City, dove gli accenti yiddish esagerati e le battute semitiche erano più prevalenti. Le sue prime apparizioni furono da adolescente, suonando il violino vaudeville (vedi voce sotto 1900 - Film e teatro nel volume 1). Quando si rese conto che il pubblico applaudiva il suo comportamento rigido e le note sbagliate piuttosto che la sua abilità musicale, Benny divenne un comico teatrale e spesso usò il suo suonare il violino come mezzo per farsi ridere. Con il passare del secolo, Benny ha recitato con successo nella sua serie sul radio (vedi voce sotto 1920 - TV e radio nel volume 1) e più avanti televisione (vedi voce sotto gli anni '1940 - TV e radio nel volume 3). Ha anche recitato in diversi film.

—Audrey Kupferberg

Per maggiori informazioni

Benny, Jack e Joan Benny. Sunday Nights at Seven: The Jack BennyStoria. New York: Warner, 1990.

Fein, Irving. Jack Benny: una biografia intima. New York, Putnam, 1976.

Josefberg, Milt. Lo spettacolo di Jack Benny. New Rochelle, NY: Arlington House, 1977.