Belcher, Jonathan

Belcher, Jonathan. (1682–1757). Mercante, governatore coloniale del Massachusetts e del New Jersey. Nato a Cambridge, Massachusetts, l'8 gennaio 1682, Jonathan Belcher è cresciuto in una famiglia prospera che aveva importanti legami politici e commerciali. Laureatosi ad Harvard nel 1699, Belcher viaggiò in Europa prima di diventare un ricco mercante a Boston. Nel 1705 sposò Mary Partridge, figlia del vicegovernatore del New Hampshire William Partridge.

Dopo essere stato eletto al Consiglio del Massachusetts otto volte durante i dodici anni dal 1718 al 1729, Belcher si trovò in Inghilterra quando morì il governatore William Burnet, e poté assicurarsi il governatorato del Massachusetts e del New Hampshire per se stesso. Il 10 agosto 1730 sbarcò a Boston per assumere la sua commissione. La sua posizione richiedeva un vero genio, che a Belcher mancava. Ha cercato di superare la barriera tra gli interessi reali e coloniali, ma ripetutamente si è trovato coinvolto in controversie. Tra i conflitti che hanno turbato il suo tempo in carica c'era la politica di Broad Arrow, che lo ha portato in conflitto con l'autorità reale; la Land Bank, in cui ha sostenuto i suoi amici e la famiglia, che si sono opposti al progetto popolare; e la disputa sui confini tra il Massachusetts e il New Hampshire, in cui è stato accusato di aver accettato una tangente. Il 7 maggio 1741 il Board of Trade ha respinto Belcher come governatore di entrambe le province.

Nel 1744 Belcher andò in Inghilterra per discutere il suo caso, incontrando il Board of Trade, i membri del Parlamento e il re Giorgio II. Nel 1747, forse solo per sbarazzarsi di lui, la Corona nominò governatore Belcher del New Jersey. Raggiunse il suo nuovo incarico nell'agosto 1747 e mantenne un mandato relativamente tranquillo fino alla sua morte, il 31 agosto 1757, a Elizabethtown, nel New Jersey. Si interessò molto alla fondazione del College of New Jersey (Princeton) e lasciò al college la sua biblioteca.