Battaglia di iwo jima

Iwo Jima è un'isola nelle isole vulcaniche del Giappone, a 750 miglia (1,207 chilometri) a sud di Tokyo. Durante Seconda Guerra Mondiale (1939-45), la sua posizione era di importanza strategica e divenne il luogo di un'aspra battaglia tra le forze americane e giapponesi nel febbraio 1945.

All'inizio del 1945, la campagna americana nel Pacifico aveva respinto i giapponesi dalla loro aggressiva conquista di molte isole. Gli americani erano abbastanza vicini da iniziare ad attaccare il Giappone stesso, ma la base giapponese su Iwo Jima è stata in grado di rilevare i bombardieri americani in viaggio verso il Giappone, fornendo avvertimenti di incursioni in avvicinamento. La base di Iwo Jima è stata anche in grado di lanciare aerei che molestavano i bombardieri americani.

La cattura di Iwo Jima divenne più importante per gli americani. Sotto il tenente generale Holland M. "Howlin 'Mad" Smith (1882-1967), i marines americani organizzarono un attacco per conquistare l'isola. I giapponesi, tuttavia, erano molto ben protetti. Chilometri di tunnel, terreno roccioso vulcanico e ventimila soldati rendevano difficile il superamento della posizione giapponese.

Il 16 febbraio 1945, le forze americane attaccarono le difese dell'isola dall'aria e dal mare. Tre giorni dopo, i marines sbarcarono sulle spiagge. Dopo quattro giorni, i marines americani avevano la maggior parte del terreno, ma i giapponesi erano ben trincerati e combattevano con forza. Le forze americane si assicurarono l'isola il 17 marzo, ma la resistenza non terminò per altri nove giorni.

La fotografia e il monumento

La battaglia di Iwo Jima divenne rapidamente il simbolo della forza e della determinazione che i soldati possedevano per proteggere la libertà e la libertà americane, indipendentemente dal costo. Il fotografo dell'Associated Press Joe Rosenthal (1911-2006) ha catturato il momento in un'immagine indimenticabile che ha mostrato l'emozione della vittoria combattuta. Il 23 febbraio 1945, dopo giorni di aspri combattimenti, migliaia di soldati americani si fermarono a guardare quaranta marines scalare il monte Suribachi per immergersi in un bandiera americana nel bordo vulcanico. Per proteggere la prima bandiera innalzata dai cacciatori di souvenir, è stata sostituita tre ore dopo durante un secondo alzabandiera. Il momento memorabile di Rosenthal ha catturato questa sollevazione quando sei soldati, cinque marines e un corpo di marinaio hanno piantato un'immensa bandiera di 8 x 4.5 piedi. Più di sessant'anni dopo, la fotografia rimane ispiratrice e significativa per il pubblico americano.

Il 10 novembre 1954, il Marine Corps Memorial fu inaugurato vicino ad Arlington, Virginia . Al centro c'è un'immensa scultura in bronzo ispirata alla fotografia di Rosenthal. Progettato da Felix de Weldon (1907–2003), il monumento di Iwo Jima si erge a 110 metri da terra e pesa cento tonnellate.

La battaglia ha lasciato quasi cinquemila americani e ventimila giapponesi morti. Molti altri furono feriti. Il controllo americano di Iwo Jima si è rivelato immensamente importante nella spinta americana a porre fine alla guerra con il Giappone. Il controllo di un luogo sicuro per aeroplani e truppe così vicino al Giappone ha permesso agli americani di essere più aggressivi e ha contribuito a forzare una resa giapponese entro agosto.