Barbara adam wootton

La scienziata sociale britannica Barbara Adam Wootton (1897-1988) iniziò come economista, progredendo fino a diventare una studentessa di politica sociale e in particolare dei problemi del benessere e della devianza sociale. È stata tra i primi "Life Peers" in Parlamento e la prima donna a presiedere quell'assemblea sedendosi sul Woolsack.

Barbara Wootton morì nell'estate del 1988 nel suo 92 ° anno. Nacque nel 1897 in una famiglia accademica a Cambridge, figlia di James Adam, uno studioso classico e tutor senior dell'Emmanuel College. Sua madre insegnava al Girton, il college fondato per le donne che, fino agli anni '1920, furono escluse dalla piena appartenenza all'università. La signora Adam ha insegnato a sua figlia a casa fino all'età di quasi 14 anni, dopodiché è andata prima alla Perse School di Cambridge e poi a Girton. Suo padre morì nel 1907 quando lei aveva solo 10 anni e il più giovane dei suoi due fratelli fu ucciso nella prima guerra mondiale nel 1916. All'età di 20 anni, avendo iniziato a leggere i classici, sposò Jack Wootton, un giovane ufficiale dell'esercito che aveva incontrato quando era uno studente di ricerca al Trinity College. La loro luna di miele durò meno di due giorni poiché fu richiamato al suo reggimento in Francia con breve preavviso; cinque settimane dopo è stato ucciso in azione. Ha osservato in In un mondo che non ho mai creato la sua autobiografia pubblicata nel 1967, che "in dieci anni avevo imparato poco sulla vita, molto sulla morte ...".

Wootton passò dallo studio dei classici a quello dell'economia, e tale era il suo entusiasmo che è noto per aver annotato ogni riga della sua copia di Alfred Marshall Principi di economia. Negli esami ha conseguito una prima classe con un voto speciale di distinzione; a causa delle regole dell'università, come donna non aveva il diritto di ottenere formalmente il grado di BA La sua prima formazione in classici le diede una padronanza della lingua insolitamente fine, come dimostrato nei suoi scritti successivi, e le sue solide basi in economia ha dato una base altrettanto solida al suo lavoro nelle scienze sociali applicate. Ha intrapreso in età relativamente giovane una carriera di insegnante, che è continuata fino al 1952, quando ha rassegnato le dimissioni dall'incarico di professore.

I talenti di Wootton come insegnante erano formidabili, anche se le sue lezioni a Cambridge dovevano essere elencate sotto il nome di un uomo per il quale, previo accordo, avrebbe agito come sostituta. Lasciò Cambridge nel 1922 per diventare ricercatrice per il Trades Union Congress e il Labour Party, pur continuando a insegnare part-time ai college di Westfield e Bedford. Nel 1926 decise di trasferirsi nel campo dell'educazione degli adulti e divenne preside del Morley College for Working Men and Women. Non sarebbe rimasta lì per molto tempo prima che le fosse offerto e accettato il posto di direttore degli studi di esercitazione per l'Università di Londra, una branca dell'università che si occupava anche di educazione degli adulti. Nel 1944 si trasferì al Bedford College dove divenne capo del Dipartimento di Economia, Sociologia e Studi Sociali, con il titolo di professore conferitole quattro anni dopo.

Ma Bedford, allora un college femminile, non era un luogo facile in cui uno scienziato sociale potesse prosperare e nel corso di un battibecco interno sull'assegnazione di una sovvenzione governativa - di cui era la vittima principale - Wootton si dimise e fece domanda per un borsa di studio di ricerca con la Nuffield Foundation. I frutti di questa amicizia si potevano trovare in un'opera importante, Scienze sociali e patologia sociale (1959). Nove anni prima aveva pubblicato Testamento per le scienze sociali: un saggio sull'applicazione del metodo scientifico ai problemi umani, in cui esponeva la sua convinzione essenzialmente positivistica che solo attraverso l'applicazione del metodo scientifico i problemi umani nell'area della pianificazione economica e sociale avrebbero avuto qualche seria speranza di soluzione. È stato un lavoro idealistico che ha ispirato molte delle nuove generazioni. I fondamenti sociali della politica salariale è apparso nel 1955; era un'analisi polemica della struttura dei salari e degli stipendi nella società britannica, e in un seminario lo riassunse nell'aforisma: "Più guadagni, meno devi lavorare per ottenerlo". Conteneva alcuni strani echi del suo lavoro precedente, Lament for Economics, apparso nel 1938.

Da sempre sostenitrice del Partito Laburista, divenne una delle prime dei nuovi Life Peers nel 1958 con il titolo di Baronessa Wootton di Abinger e diventerà vicepresidente alla Camera dei Lord. Curiosamente, quando il governo Wilson fu formato dopo la vittoria delle elezioni laburiste del 1964, non le fu mai assegnato alcun incarico, ma continuò a servire come membro del Consiglio consultivo sul sistema penale, presiedendo importanti sottocomitati sui temi delle pene non affidatarie (successivamente incorporate nel legislazione) e sulla cannabis (le cui raccomandazioni sono state respinte dal governo).

Wootton ha svolto molti altri servizi pubblici. Era magistrato e specializzata in tribunali minorili, membro del Comitato per le sovvenzioni universitarie, governatore della BBC e primo presidente della Commissione per la campagna. È stata nominata compagna d'onore nel 1977. Il suo record di lavoro pubblico da solo è stato un risultato formidabile, ma in aggiunta è stata in grado di produrre un flusso continuo di libri e opuscoli in cui la sua borsa di studio come scienziata sociale è stata mescolata con una forte politica impegno per la libertà e una giustizia sociale basata sulla nozione di uguaglianza. Tra i sociologi ha lasciato poco o nessun segno, ma tra gli analisti di politica sociale, non ultimo nel campo della giustizia penale, la sua influenza è stata considerevole se non sempre immediatamente evidente.

Ulteriori letture

Probabilmente l'introduzione più utile a Wootton e al suo lavoro si trova in Philip Bean e David Whynes, editori, BarbaraWootton: scienze sociali e politiche pubbliche (1968). Il lavoro di Wootton, che affronta questioni di economia sociale, pianificazione e politica di giustizia penale, è rappresentativo della tradizione britannica del pensiero socialdemocratico nel periodo dal 1935 al 1970. La sua scrittura autobiografica è un'utile fonte di informazioni per il periodo 1920-1970 in quale era attiva nella vita accademica e pubblica. □