Balthasar il Beaujoyeulx

Il violinista, maestro di danza e coreografo italiano del XVI secolo Balthasar de Beaujoyeulx (1535-1587 circa) si recò in Francia dalla Savoia nel 1555 circa nella suite del Marechal de Brissac, e fu impiegato da diverse famiglie reali. Fu subito notato per il suo talento nell'organizzazione di spettacoli di corte e fu nominato cameriere di camera a Caterina de Medici, moglie di Enrico II. Ha servito lei ei suoi tre figli per 30 anni.

Nato Baldassare de Belgiojoso, in seguito divenne noto come Beaujoyeulx o Beaujoyeux. Si pensa che possa aver collaborato alla mascarade Paradiso dell'amore (1572). L'anno successivo ha coreografato Il balletto polacco per celebrare l'elezione del secondo figlio di Caterina, il duca d'Angiò, a re di Polonia. L'opera più famosa di Beaujoyeulx è Il Queen's Ballet Comique, che la regina Luisa ha discusso con lui personalmente in anticipo. Fu prodotto al Louvre di Parigi nel 1581. Anche a lui si deve il libretto del balletto, pubblicato l'anno successivo.

Accademia di musica e poesia

Beaujoyeulx è generalmente riconosciuto come il padre del balletto di corte francese. Fu molto influenzato dalle teorie dell'Academie de Musique et de Poesie (1571), guidata dal poeta Jean-Antoine de Baif. In questa società, poeti, artisti, musicisti e coreografi si scambiavano idee nel loro desiderio di emulare le conquiste artistiche dell'antichità. Ispirato dagli obiettivi dell'Academie di ricreare il dramma classico e "vers et musique mesures a l'antique", in cui versi, musica e danza erano strettamente correlati, Beaujoyeulx ha tentato di sintetizzare passi di danza con ogni nota e frase musicale. Seguendo la credenza pitagorico-platonica secondo cui il principio fondamentale dell'universo si trova nei numeri, creò la sua coreografia secondo schemi matematici e geometrici del pavimento che avevano significati mistici e simbolici. Questi modelli sono stati progettati per essere visti dall'alto, in modo che il loro significato potesse essere chiaramente compreso. Ha descritto la danza come gli arrangiamenti geometrici di diverse persone che ballano in un gruppo, con l'armonia variabile di diversi strumenti. Il suo amore per la musica è attestato dai suoi frequenti riferimenti alla bellezza e alla novità della musica di Balletto comico—In particolare, quella delle consorti in Voulte Doree. Lo paragona alla musica celeste delle sfere, che rapisce l'anima con le sue squisite armonie. Questa lode suggerisce che gli Accademici avevano fatto grandi progressi nei loro tentativi di creare uno stile musicale più espressivo che avrebbe avuto effetti etici ed emotivi benefici sull'ascoltatore.

Ordine cosmico e armonia

La coreografia di Beaujoyeulx era concepita come un'espressione visiva di questa musica celeste, un'imitazione dei movimenti delle sfere celesti, in cui le dame cortesi esibivano l'ordine cosmico e l'armonia sulla terra. L'enfasi era sull'accuratezza dei tempi e l'assoluta precisione nell'uso dello spazio e dei modelli del pavimento. Le qualità stilistiche erano quelle della grazia, del fascino e dell'eleganza del movimento. Beaujoyeulx loda la destrezza della danza delle donne nel Queen's Comic Ballet, dicendo che si sarebbe pensato che fossero in formazione di battaglia, così ben si sono tenuti a tempo con la musica e al loro posto. Tutti pensavano che lo stesso Archimide non avrebbe avuto una migliore comprensione delle proporzioni geometriche di queste principesse e dame in questo balletto. È stato suggerito che la danza nei balletti di corte non fosse diversa dalla normale danza sociale. Ma sebbene siano stati utilizzati gli stessi passaggi, le danze sono state coreografate soprattutto per un'occasione e un tema specifici. La descrizione dei numerosi balli figurati in Queen's Comic Ballet mostra la notevole complessità della coreografia.

Unità delle arti

In una poesia elogiativa sulla pubblicazione di Balletto comico, Billard si è rivolto a Beaujoyeulx come "Geometra, inventiva, unica nella scienza". La danza geometricamente modellata non era, infatti, una nuova invenzione. Nel Balletto polacco, per esempio, i ballerini tracciano figure in formazioni triangolari e quadrate. Fin dai primi tempi e fino al Medioevo, alla matematica e al simbolismo numerico era stato accordato uno status mistico. Ma l'armonizzazione di musica, versi e danza di Beaujoyeulx era generalmente riconosciuta come una nuova invenzione, una in cui l'obiettivo dell'Accademia di raggiungere un'unità delle arti era pienamente realizzato. Inoltre, questa collaborazione di poeti, compositori e scenografi sotto la sua direzione generale segna l'importanza centrale del coreografo nel balletto di corte francese del XVI secolo. Beaujoyeulx si ritirò nel 1584 e morì a Parigi intorno al 1587.

Libri

Anthony, JR, Musica barocca francese da Beaujoyeulx a Rameau, edizione rivista, Londra, 1973.

Kirstein, Lincoln, Danza: una breve storia della danza teatrale classica, New York, 1935.

Kirstein, Lincoln, Movimento e metafora: quattro secoli di balletto, New York, 1970.

Lacroix, P., Balletti di corte e mascherate da Enrico II a Luigi XIV, volo. 1, Ginevra, 1868.

McGowan, Margaret M., L'arte del balletto di corte in Francia 1581-1643, Parigi, 1963.

Prunieres, H., Il balletto di corte in Francia, Parigi, 1914.

Yates, Frances, Le accademie francesi del Cinquecento, 1947

Periodici

Disciplina musicale, volo. 1, n. 2, 1946.

York Dance Review, Primavera 1976. □