Backcountry e backwoods

Backcountry e backwoods. Il termine "backwoodsman" divenne comune quando i pionieri iniziarono a far avanzare la frontiera dentro e oltre le montagne della Pennsylvania, Virginia e Carolina, regioni che divennero note agli stati costieri come l'entroterra. Per generazioni dopo l'inizio del grande movimento verso ovest (circa 1769-1770), questo backcountry, che comprendeva l'attuale Middle West, West Virginia, Kentucky, Tennessee e altre aree interne più a sud, era prevalentemente foresta. Fino al 1800 esistevano poche strade adatte ai veicoli a ruote e la maggior parte delle persone viaggiava sull'acqua o su semplici piste a cavallo. C'erano ancora solo poche piccole aree sgombrate nella Virginia sudoccidentale (l'attuale Kentucky) quando, nel 1776, i coloni scelsero due agenti per chiedere protezione della Virginia. Di conseguenza, fu creata la contea del Kentucky e nel 1777 inviò due borghesi alla legislatura della Virginia.

Durante la Rivoluzione americana, nel 1778, gli uomini di bosco guidati da George Rogers Clark presero Kaskaskia (luglio) e Vincennes (dicembre) - entrambi in Illinois - dagli inglesi nel 1829. Nel Tennessee organizzarono prima l'Associazione Watauga e poi lo Stato di Franklin. Un esercito indisciplinato ma efficiente di backwoodsmen ha sconfitto la forza del Magg. Patrick Ferguson nella battaglia di King's Mountain, nella Carolina del Nord occidentale. Più tardi, sotto il loro idolo, Andrew Jackson, hanno combattuto la Guerra dei Creek e hanno vinto la battaglia di New Orleans. La loro abilità in guerra ha generato in loro una coscienza di gruppo e un orgoglio. All'inaugurazione di Jackson come presidente nel XNUMX, i backwoodsmen accorsero a Washington e resero l'occasione, incluso il ricevimento alla Casa Bianca, così turbolenta e tumultuosa che i vecchi federalisti e whigs pensarono che l'era del governo della mafia fosse arrivata. In quel periodo la parola "backwoodsman" acquisì una connotazione vergognosa che non perse in seguito.

Bibliografia

Clark, Thomas. Frontier America: The Story of the Westward Movement. 2d ed. New York: Scribners, 1969.

Roosevelt, Theodore. La vittoria dell'Occidente. In Lavori. New York: Scribners, 1923-1926.

Alvin F.Harlow/cw