Azienda Upjohn

Nell'era vittoriana, promuovere e commercializzare i primi prodotti farmaceutici richiedeva talento, abilità e ingegnosità. Fin dall'inizio la ricerca e lo sviluppo hanno svolto un ruolo importante nello sviluppo della moderna produzione farmaceutica. William Erastus Upjohn (comunemente indicato come WE) è cresciuto con i suoi dodici fratelli e sorelle in un ambiente di medicina e farmacia. Suo padre e due zii, tutti medici, hanno coltivato questo ambiente. Noi Upjohn divenne medico nel 1875. Mentre praticava la medicina a Hastings, nel Michigan, aprì il suo laboratorio farmaceutico. Iniziò a sperimentare formule per sviluppare una pillola che si sciogliesse facilmente nello stomaco. Upjohn ha rivoluzionato l'industria della droga nel 1885, quando ha risolto i problemi e ha schiacciato una pillola sotto il pollice per simboleggiare il risultato. Questa immagine divenne il marchio per la fondazione della Upjohn Pill and Granule Company nel 1886. Il nome fu abbreviato in Upjohn Company nel 1903.

La preoccupazione del dottor WE Upjohn per le condizioni di lavoro dei suoi dipendenti era evidente, poiché nel 1911 implementò un programma di zuppa per il pranzo e un programma di assicurazione sulla vita di gruppo e di beneficienza nel 1915. Avendo avuto una passione per l'orticoltura, Upjohn donò un parco di 17 acri a la città di Kalamazoo, Michigan, e ha ridotto la giornata lavorativa a sette ore in estate in modo che i dipendenti avessero il tempo di irrigare i propri prati. Upjohn era un membro della commissione che stabilì la carta per la città di Kalamazoo nel 1914 e servì come primo sindaco ad amministrare il piano. Alla sua morte nel 1932, WE Upjohn stava cercando di sviluppare una forma di assicurazione sul lavoro per la gente di Kalamazoo. La società Upjohn aveva oltre 1000 dipendenti e un fatturato netto di 8.5 milioni di dollari.

Alla fine del secolo i souvenir che promuovevano i prodotti Upjohn erano disponibili alla Fiera mondiale di Chicago; la mostra stessa era un'enorme bottiglia piena di pillole colorate. Il principio Upjohn secondo cui la medicina dovrebbe avere un gusto gradevole è stato esemplificato in wafer lassativi aromatizzati, alcalinizzanti e sciroppo per la tosse al gusto di ciliegia. Il marketing attraverso i medici è diventato un metodo per promuovere prodotti Upjohn come Kaopectate, un antidiarroico. Alla fine Upjohn è diventato un leader nello sviluppo di medicinali per il trattamento del sistema nervoso centrale, malattie cardiache, artrite e cancro.

Nel 1913 Upjohn continuò a porre l'accento sulla ricerca e sviluppo assumendo il suo primo scienziato ricercatore, il dottor Frederick W. Heyl. Heyl sviluppò un antiacido effervescente nel 1926 e brevettò una compressa chiamata Digitora (sviluppata dalla digitale) per il trattamento delle malattie cardiache. Nel 1940 l'azienda si espanse e aggiunse altri dodici ricercatori. Upjohn è stato selezionato dalle forze armate per elaborare l'albumina sierica umana e la penicillina. Upjohn divenne un importante produttore di antibiotici e nel 1958 le vendite di antibiotici avevano raggiunto i 22.6 milioni di dollari. L'espansione internazionale negli anni '1950 ha permesso a Upjohn di competere sui mercati esteri e di portare avanti la propria ricerca. Nel 1985 il trenta percento delle loro vendite totali proveniva dalla quota di mercato estero che è aumentata al 33 percento negli anni '1990.

Uno sciame di pubblicità circondò Upjohn alla fine degli anni '1980, quando la società fece domanda per una nuova domanda di farmaco per la calvizie maschile nota come Rogaine. Dopo tre anni di vendite deludenti, Upjohn ha cambiato le strategie di marketing portando il prodotto direttamente al consumatore. Investendo 50 milioni di dollari per promuovere Rogaine, l'azienda è diventata uno dei primi tre inserzionisti al mondo. All'inizio degli anni '1990 Upjohn stava rapidamente cercando di sviluppare un trattamento per la sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS) e un gruppo di steroidi progettati per trattare le lesioni spinali e alla testa, che avrebbero sostituito alcuni prodotti persi nel mercato generico.

Di fronte al mercato globale in evoluzione, Upjohn ha cercato di consolidare la propria posizione nell'industria farmaceutica etica. Si ipotizzava che Upjohn fosse troppo piccola per competere con i suoi concorrenti più grandi. In risposta alla sfida, Upjohn si è riorganizzata e si è fusa con Pharmacia AB di Stoccolma, Svezia. Pharmacia & Upjohn è diventata una delle più grandi aziende farmaceutiche del mondo, con un fatturato annuo di 7 miliardi di dollari, un budget per la ricerca di 1 miliardo di dollari e oltre 30,000 dipendenti.