Atto di iscrizione (1863) (l’atto di coscrizione)

Daniel W. Hamilton

Gli eserciti dell'Unione e della Confederazione istituirono la prima leva militare federale nella storia americana durante la guerra civile. Sulla scia delle perdite militari e della carenza di soldati, l'Unione ricorse a un progetto federale nel marzo 1863, quasi un anno dopo la Confederazione. Il presidente Lincoln firmò The Enrollment Act il 3 marzo 1863, richiedendo l'iscrizione di ogni cittadino maschio e di quegli immigrati che avevano presentato istanza di cittadinanza tra i venti ei quarantacinque anni. Gli agenti federali stabilirono una quota di nuove truppe dovute da ogni distretto del Congresso.

Una volta stabiliti, gli stati erano responsabili di riempire la quota di iscrizione attraverso l'arruolamento di volontari e reclute. Gli stati hanno lavorato per non arruolare soldati, offrendo invece ai volontari una notevole quantità di denaro da arruolare. I volontari hanno ricevuto una taglia di $ 100 dal governo federale, oltre a premi statali e locali. Le taglie combinate in alcune località hanno superato i $ 500. Questo lasciò il posto alla pratica del salto di taglie: gli uomini si arruolarono, presero la taglia, disertarono e poi si arruolarono altrove per ricevere un'altra serie di taglie.

Anche quelli che venivano arruolati spesso evitavano con successo il servizio militare. Molti semplicemente non sono riusciti a denunciare e coloro con disabilità o che erano gli unici sostenitori dei membri della famiglia a carico sono stati scusati. Qualsiasi draftee non scusato potrebbe assumere un sostituto, garantendo l'esenzione da qualsiasi futura bozza, o pagare una tassa di $ 300, fornendo l'esenzione per una brutta copia. La tassa di commutazione di $ 300 divenne presto la parte più controversa dell'atto, portando all'accusa diffusa nei giornali e negli incontri politici che la guerra civile fosse "la guerra di un uomo ricco e la lotta di un uomo povero" (Mcpherson 1989). Ironia della sorte, la quota di 300 dollari è stata modellata dai repubblicani che "vedevano questo come un modo per portare l'esenzione alla portata della classe lavoratrice invece di discriminarla". Il pagamento dei sostituti aveva una lunga tradizione nella guerra europea e americana e fu impiegato durante la Rivoluzione americana. Stabilendo una tassa di $ 300, i redattori dell'atto speravano di limitare il prezzo dei sostituti, che a quel tempo ricevevano oltre $ 1,000 nella Confederazione, dove l'uso dei sostituti fu abbandonato alla fine del 1863. Nell'Unione, il Congresso alla fine abrogò l'uso di una tassa di commutazione nel luglio 1864.

A causa dell'uso diffuso di taglie per stimolare l'arruolamento, solo un numero relativamente piccolo di uomini ha combattuto in guerra come draftee. La coscrizione era molto importante per il suo impatto sociale, in particolare per le divisioni di classe e razziali che rivelava e provocava. Qualunque fosse l'intento dei suoi autori, la pratica delle spese di sostituzione e di commutazione ha provocato una violenta opposizione all'applicazione della legge. La reazione più grave al Conscription Act è avvenuta a New York, una città con una significativa simpatia del sud. La popolazione irlandese di New York, molti dei quali vivevano in condomini angusti e infestati da malattie, temeva la concorrenza dei lavoratori neri. Era ampiamente contrario all'abolizione e ostile a una legge sulla coscrizione che esentava i ricchi. Sulla scia della proclamazione di emancipazione e della legge sull'iscrizione, entrambi nel 1863, gli irlandesi di New York si opposero sia alla pratica della sostituzione e della commutazione a spese della classe operaia che alla partecipazione a una guerra per liberare gli schiavi. In un discorso del 4 luglio il governatore democratico di New York, Horatio Seymour, condannò apertamente la legge sulla coscrizione, dichiarò il disegno di legge incostituzionale e suggerì che la coscrizione fosse applicata su linee partigiane, sostenendo che i democratici venivano redatti a un ritmo maggiore rispetto ai repubblicani.

L'11 luglio 1863 furono chiamati i primi nomi per l'induzione nell'esercito. Il giorno successivo, New York è esplosa in alcune delle rivolte più violente della storia americana. L'ufficio del maresciallo preposto, incaricato di far rispettare la leva, è stato bruciato, le linee ferroviarie sono state distrutte e le linee telegrafiche interrotte. Segnalati per gli attacchi sono stati i ricchi e gli afroamericani, insieme i principali bersagli della violenza della folla. I mob attaccavano coloro che apparivano ricchi come "uomini da 300 dollari". I rivoltosi hanno bruciato il Coloured Orphanage Asylum e le aziende che impiegavano neri. Alcuni neri sono stati linciati e il punteggio è stato battuto. Per quasi una settimana la città ha infuriato, opprimendo la polizia locale. Alla fine cinque reggimenti unionisti, insieme a polizia, milizia e persino cadetti di West Point, hanno sottomesso i rivoltosi. Oltre cento persone sono morte nei disordini, migliaia sono rimaste ferite e migliaia di afroamericani sono fuggiti da New York.

Anche se New York ha assistito alla più violenta rivolta delle correnti d'aria, è stata tutt'altro che un evento isolato. Le rivolte di progetto hanno avuto luogo, tra gli altri luoghi, a Newark e Albany, così come nelle contee rurali dell'Indiana e dell'Illinois. Tuttavia, vi era, nel complesso, un notevole grado di conformità con il progetto di legge, se non altro perché la legislazione era strutturata in modo che un progetto fosse una misura di ultima istanza. La mancanza di resistenza alla legislazione sulla coscrizione è importante nella misura in cui mostra la partecipazione diffusa alla guerra civile da parte di quasi un milione di soldati bianchi e quasi 180,000 soldati neri. Sebbene le taglie fossero costose, durante la Guerra Civile si tradussero in un esercito dell'Unione quasi esclusivamente volontario. La resistenza alla coscrizione è anche storicamente importante, in parte per ciò che ha rivelato sull'opposizione legale e popolare alla legislazione federale sulla coscrizione; ma ancora di più per aver messo in luce le tensioni ardenti all'interno delle comunità portate in superficie dalla legislazione sulla coscrizione. L'Enrollment Act era una legge nazionale applicata a livello locale e la resistenza alla legge offre informazioni sulle divisioni all'interno delle comunità del Nord nel mezzo della guerra civile.

Bibliografia

Bernstein, Iver. La New York City Draft Riots. New York: Oxford University Press USA, 2001.

Donald, David H., et al. La guerra civile e la ricostruzione. New York: Norton, 2001.

McPherson, James M. Grido di battaglia della libertà. New York: Ballantine Books, 1989.