Atto dei corpi di pace del 1961

Lawrence fango

Nel suo discorso inaugurale del 1961, il presidente John F. Kennedy ha dichiarato, riguardo a coloro che sono poveri e bisognosi all'estero, "promettiamo i nostri migliori sforzi per aiutarli ad aiutare se stessi". Il 1 ° marzo 1961, il presidente Kennedy firmò l'ordine esecutivo n. 10924, che istituiva i Peace Corps come agenzia nel Dipartimento di Stato degli Stati Uniti, e più tardi quello stesso anno il Congresso adottò il Peace Corps Act (PL 87-293):

promuovere la pace e l'amicizia nel mondo attraverso un Corpo di Pace, che metterà a disposizione dei paesi e delle aree interessate uomini e donne degli Stati Uniti qualificati per il servizio all'estero e disposti a servire, in condizioni di disagio se necessario, per aiutare i popoli di tali paesi e aree per soddisfare i loro bisogni di manodopera qualificata, in particolare per soddisfare i bisogni di base di coloro che vivono nelle aree più povere di tali paesi, e per contribuire a promuovere una migliore comprensione del popolo americano da parte dei popoli serviti e una migliore comprensione altri popoli da parte del popolo americano.

Questi impegni, insieme all'obiettivo di facilitare la comprensione reciproca tra gli Stati Uniti e i paesi in via di sviluppo e sottosviluppati, sono stati i temi alla base dell'atto e degli sforzi del presidente Kennedy per creare una comunità globale. Il Peace Corps Act incoraggia anche altri paesi, paesi interessati ad ospitare volontari, a sviluppare e partecipare a programmi e attività di volontariato internazionale e nazionale.

Un meccanismo legale per facilitare il lavoro internazionale

Il presidente, ai sensi del Peace Corps Act, è autorizzato a "portare avanti programmi a sostegno degli scopi". È inoltre autorizzato a "nominare, con e con il consiglio e il consenso del Senato, un Direttore dei Peace Corps e un Vice Direttore dei Peace Corps". Per garantire che il Peace Corps serva al meglio la politica estera americana, il Segretario di Stato è responsabile della supervisione continua e della direzione generale dei programmi autorizzati dalla legge.

Il Peace Corps Act crea anche un Consiglio consultivo nazionale dei Peace Corps composto da quindici membri votanti, almeno sette dei quali devono essere ex volontari, che il presidente nomina con il consiglio e il consenso del Senato. Il consiglio, istituito legislativamente in un emendamento del 1985 alla legge, consiglia, consulta e conduce ispezioni in loco per valutare i risultati del Peace Corps. Il consiglio valuta anche le potenziali capacità e il ruolo futuro dei Peace Corps e formula raccomandazioni al presidente.

Fin dal suo inizio, più di 168,000 persone hanno prestato servizio come volontari nel Peace Corps e nei suoi programmi, iniziando in soli sei paesi nel 1961 e raggiungendo un totale di 136 nazioni entro il ventunesimo secolo. Le attuali attività dei Peace Corps coinvolgono progetti in agricoltura, ambiente, salute, istruzione, affari, sviluppo della comunità, nonché alcune aree di particolare interesse, come l'educazione e la prevenzione dell'HIV e dell'AIDS, nonché corsi di formazione sulle competenze informatiche per assistere i paesi in via di sviluppo in acquisire lavoratori competenti per aiutare quelle nazioni a diventare economicamente autosufficienti.

Il Peace Corps si impegna a mantenere, in qualsiasi momento, un corpo di volontari di almeno 10,000 individui. I "leader volontari", che ricevono benefici simili a quelli dei volontari, sono responsabili dei compiti gestionali e di supervisione. Cittadini e cittadini qualificati degli Stati Uniti possono iscriversi al Peace Corps e devono sottoporsi a un'indagine di sicurezza. Inoltre, i volontari assegnati a un determinato paese devono essere in grado di parlare quella lingua con ragionevole competenza.

La legge fornisce a questi volontari indennità di soggiorno, viaggio e ferie, nonché alloggio, vestiario e assistenza sanitaria per poter svolgere efficacemente. Ricevono anche un'indennità mensile di riadattamento e consulenza professionale al ritorno negli Stati Uniti. Nel 2001, $ 298 milioni sono stati assegnati ai Peace Corps, con questa cifra che è salita a $ 365 milioni nel 2003.

Legislazione successiva e contenzioso giudiziario

Gli emendamenti al Peace Corps Act hanno generalmente riguardato solo questioni di amministrazione ed esecuzione, lasciando inalterate le politiche fondamentali alla base dell'atto. Alcuni cambiamenti politici, tuttavia, si sono verificati in risposta ai cambiamenti del clima politico interno e internazionale. Ad esempio, in un emendamento del 1978, il Congresso, ripudiando la filosofia della Guerra Fredda, ha stabilito una disposizione dell'atto che richiedeva l'addestramento dei Peace Corps per includere "la filosofia, la tattica e la minaccia del comunismo".

Lo stesso emendamento richiede anche esplicitamente che i Peace Corps riconoscano il ruolo significativo delle donne nella società odierna, e impone un'attenzione particolare ai progetti che integrano le donne nelle economie nazionali dei paesi in via di sviluppo. Un altro gruppo a cui viene prestata particolare attenzione dalla legge sui corpi di pace sono i disabili. In base alla legge, i Peace Corps devono aiutare la popolazione disabile a essere coinvolta nelle economie dei paesi in via di sviluppo, il che a sua volta migliorerà lo status delle persone disabili e sosterrà lo sforzo di sviluppo.

Il contenzioso relativo ai Peace Corps ha spesso coinvolto presunte violazioni dei diritti civili da parte dell'amministrazione dell'agenzia nella selezione e risoluzione dei volontari e dei dipendenti dei Peace Corps. Questioni relative all'atto sono sorte anche in procedimenti giudiziari federali ai sensi del Military Selective Service Act del 1967 dei volontari dei Peace Corps che si rifiutano di sottoporsi all'induzione nell'esercito.

In generale, il Peace Corps ha dato un contributo positivo significativo alla creazione di buona volontà per l'America in tutto il mondo.