Atti intollerabili (o coercitivi)

Atti intollerabili (o coercitivi). L'opposizione al Tea Act, centrata a Boston, Massachusetts, e culminata nel Boston Tea Party, ha portato un parlamento arrabbiato ed esasperato ad approvare diverse misure per schiacciare il centro della resistenza coloniale e garantire l'efficacia di un maggiore controllo imperiale.

Il Boston Port Act, che entrerà in vigore il 1 ° giugno 1774, proibì a qualsiasi nave di entrare o uscire dal porto di Boston fino a quando non fosse stata effettuata la restituzione del costo del tè distrutto durante il "tea party". L'ufficio doganale del Massachusetts è stato spostato a Salem, consentendo il commercio di continuare ma aggirando Boston. Per intimidire gli attivisti di Boston e garantire che i dazi sarebbero stati pagati se il porto di Boston fosse stato aperto in futuro, il governatore Thomas Hutchinson è stato sostituito come governatore del Massachusetts dal maggiore generale Thomas Gage, comandante in capo delle forze britanniche in America, che è stato sostenuto con quattro reggimenti di truppe regolari.

Il Massachusetts Regulating Act, entrato in vigore gradualmente fino al 1 ° ottobre 1774, ha annullato parti importanti della Carta del Massachusetts del 1691. La prima disposizione dava al re il diritto di scegliere il Consiglio (la camera alta dell'assemblea), la seconda governatore (allora generale Gage) per nominare giudici e sceriffi senza il consenso locale, le terze riunioni cittadine proibite più di una volta all'anno senza il permesso del governatore, e la quarta mise la selezione delle giurie nelle mani degli sceriffi nominati regalmente. Annullando parti importanti della carta del Massachusetts senza un giusto processo, queste disposizioni minacciavano la fondazione del governo in tutte le colonie perché cambiarono "la regola consolidata che una volta che un atto provinciale era stato approvato dalla Corona, la Corona non aveva l'autorità di abrogare o modificarlo "(Knollenberg, p. 138).

La legge sull'amministrazione della giustizia, entrata in vigore il 1 ° giugno 1774, consentiva al governatore di spostare il processo a chiunque fosse stato incriminato per un crimine capitale, compreso l'omicidio, mentre "agiva sotto la direzione o l'ordine di qualsiasi magistrato, per la soppressione di rivolte o per l'attuazione delle leggi sul reddito "ad un'altra colonia o alla Gran Bretagna (ibid., p. 139).

Sebbene non facessero parte della risposta diretta del Parlamento al Boston Tea Party, altre due misure volte a rafforzare il controllo imperiale - un'espansione dei Quartering Acts e del Quebec Act - contribuirono a infiammare l'opinione coloniale contro il Parlamento.

Gli Intolerable Acts hanno permesso agli attivisti del Massachusetts di dipingersi come vittime della tirannia britannica, hanno aiutato gli oppositori di un maggiore controllo imperiale in altre colonie a sostenere che il Parlamento stava minacciando i diritti e le libertà di tutti i coloni e ha fatto sembrare l'appello del primo Congresso continentale passaggio successivo necessario.