Aten

Nazionalità / Cultura

Egiziano

Pronuncia

AHT-n

Nomi alternativi

Aton

Appare in

Il racconto di Sinuhe, grande inno ad Aton

Lignaggio

Creatore di tutti gli esseri viventi

Panoramica del personaggio

Aton (pronunciato AHT-n), o Aton, era un antico dio egizio che era adorato durante il regno del faraone, o re egiziano, Akhenaton nella diciottesima dinastia o dal 1350 al 1330 a.C. A differenza dei precedenti faraoni che avevano adorato molti dei, Akhenaton sosteneva che Aton fosse l'unico dio supremo. Questo potrebbe essere stato il primo esempio di monoteismo, o la fede in un unico dio in opposizione a molti dei, nell'antico Vicino Oriente.

Aton era il sole disco, una volta un aspetto di Ra, una divinità egizia molto più antica. Aton è descritto come il donatore di tutta la vita, sia maschio che femmina. Molto di ciò che si sa sull'adorazione di Aton proviene dal Grande inno ad Aton, una gioiosa poesia incisa sui muri di antiche tombe ad Amarna, che si trova sulla riva orientale del fiume Nilo in Egitto. L'inno, la cui paternità è attribuita allo stesso faraone Akhenaton, descrive Aton come l'unico essere e creatore supremo. Dice che Akhenaton e sua moglie, la regina Nefertiti, sono le uniche persone in grado di comprendere il dio ed esprimere i suoi desideri. L'inno parla di Aton come di un dio amorevole che porta ordine e bellezza nel mondo.

Grandi miti

Aton, come il disco solare, non aveva corpo, moglie e figli. Sebbene fosse riconosciuto come contenente gli elementi di altri dei come Ra e Horus (pronunciato HOHR-uhs), non era il soggetto diretto di alcun mito attualmente conosciuto. Ciò può essere dovuto al fatto che non è stato popolare per molto tempo; può anche riflettere gli sforzi dei successivi leader egiziani per rimuovere tutte le tracce del dio dalla documentazione culturale egiziana.

Aten nel contesto

Originariamente chiamato Amenhotep (pronunciato ah-men-HO-tep), il faraone Akhenaton cambiò il suo nome in "mano destra di Aton". Akhenaton era determinato a promuovere Aton come l'unico dio supremo e non a onorare altri dei. A tal fine, ha cercato di sbarazzarsi delle immagini di altri dei e di ridurre il potere dei sacerdoti che guidavano il culto di altri dei. Costruì templi ad Aton e fondò una nuova capitale, chiamata Akhetaten, o Orizzonte di Aton. Oggi quella città è conosciuta come Amarna.

L'adorazione di Aton come unico essere supremo durò solo per gli anni del regno di Akhenaton. Il popolo egiziano non poteva accettare l'idea di un dio supremo e tornò alla loro vecchia fede in molti dei dopo la morte di Akhenaton nel 1336 a.C. circa. Distrussero i templi di Aton, e l'essere un tempo supremo divenne un dio minore tra tutti gli altri dei. L'ascesa e la caduta di Aton è un esempio di come i faraoni controllavano la pratica pubblica attraverso i loro poteri; Akhenaton ha promosso il suo dio prediletto nel tentativo di radunare le masse per dimostrare il suo potere, mentre i faraoni che seguirono virtualmente eliminarono Aton come forma di protesta contro il precedente governo del faraone.

Temi e simboli chiave

Aton era raffigurato come un disco che rappresenta il sole. I raggi di luce che finivano nelle mani si estendevano dal disco e arrivavano al re, alla sua famiglia e al mondo naturale. A differenza di altri dei egizi, Aton non è mai stato raffigurato in forma umana.

Aten nell'arte, nella letteratura e nella vita di tutti i giorni

Sebbene Aton fosse il dio più popolare durante il regno di Akhenaton, la sua popolarità scomparve quasi del tutto dopo la morte del faraone. Il faraone Tutankhamon, che assunse il controllo dopo la morte di Akhenaton, abbandonò la città costruita in onore di Aton e tornò ad adorare divinità che erano popolari prima del regno di Akhenaton. Molti monumenti e gran parte dell'arte che onoravano Aton furono distrutti, deturpati o riciclati nel corso dei secoli. In tempi moderni, il Grande inno ad Aton è stato usato come testo per una canzone nell'opera del 1984 Akhnaten di Philip Glass.

Leggere, scrivere, pensare, discutere

In molte culture, il sole è associato al dio o creatore supremo. Perché pensi che il sole sia riconosciuto come un simbolo così importante nelle culture di tutto il mondo?