Associazione americana di tennis

L'American Tennis Association (ATA) è la più antica organizzazione sportiva nera non universitaria operata ininterrottamente negli Stati Uniti, sebbene non sia stata la prima organizzazione a offrire opportunità ai giocatori di tennis neri. Verso la fine del diciannovesimo secolo (la data è incerta), il Monumental Tennis Club, ora chiamato Baltimore Tennis Club, era stato formato per dare ai neri un luogo in cui completare. Poi, nella primavera del 1916, l'ATA fu costituita da eminenti afroamericani a Washington, DC e Baltimora per fornire incoraggiamento, informazioni e tornei ai giocatori di tennis neri. I partecipanti alla riunione organizzativa erano Henry Freeman, John FN Wilkinson, Talley Holmes, H. Stanton McCard, William H. Wright, BM Rhetta e Ralph Cook. Il fratello di Cook, Charles, è stato uno dei primi allenatori alla Howard University.

L'ATA elencava quattro obiettivi che vengono perseguiti ancora oggi: sviluppare lo sport tra i neri, stimolare la formazione di club e la costruzione di tribunali, incoraggiare e sviluppare i giocatori junior e favorire la formazione di associazioni locali. I primi campionati nazionali dell'ATA, ospitati dal Monumental Tennis Club, si tennero al Druid Hill Park di Baltimora nell'agosto 1917; ventitré club hanno inviato trentanove partecipanti per il singolo maschile, vinto da Talley Holmes. Il singolare femminile fu aggiunto l'anno successivo, quando Lucy Diggs Slowe divenne la prima detentrice del titolo e la prima campionessa nazionale femminile nera in qualsiasi sport.

Negli anni '1920 e '1930 l'ATA si concentrò sull'ampliamento del programma dei suoi tornei estivi per fornire opportunità competitive ai suoi membri. Le star dei college neri nelle università bianche sono uscite dai programmi ispirati dall'ATA: Henry Graham al Michigan, Richard Hudlin all'Università di Chicago, Reginald Weir al City College di New York e Douglas Turner all'Università dell'Illinois. Nel 1929 l'ATA e l'organo di governo bianco dello sport, la United States Tennis Association (USTA), si scontrarono per il rifiuto di due giocatori, Reginald Weir e Gerald Norman, dal torneo USTA Junior Indoors. L'USTA aveva una regola non scritta che i neri non potevano partecipare ai tornei, e quando Weir e Norman furono esclusi, la NAACP fece una denuncia formale all'USTA. Sebbene la NAACP abbia raramente preso posizione sulla discriminazione nello sport durante il periodo, ha svolto un ruolo nella controversia USTA perché il tennis era uno sport di classe media con un avido seguito nel collegio elettorale professionale della NAACP.

Il tennis femminile nero negli anni '1920 e '1930 non era dominato da un solo giocatore. Nei primi vent'anni di esistenza dell'ATA, tuttavia, c'erano solo cinque diverse vincitrici femminili: Lucy Slowe, M. Rae, Isadore Channels, Lulu Ballard e Ora Washington. I canali e Washington hanno dominato i tornei, con i canali che hanno vinto quattro titoli nazionali ATA (1922, 1923, 1924, 1926) e Washington che ha vinto un record di otto (ogni anno dal 1929 al 1935 e il 1937). Washington era poco ortodossa nel suo approccio al gioco; teneva la racchetta in alto sul manico, non faceva quasi mai un tiro completo e aveva una velocità del piede insuperabile. Ha mantenuto il suo campionato in piedi fino al 1936, quando Lulu Ballard la sconfisse. Negli anni Quaranta e Cinquanta altri eccezionali giocatori includevano la campionessa di singolare Flora Lomax (titolare nel 1940, 1950, 1938 e 1939) e la squadra di Margaret e Roumania Peters, che vinse il doppio femminile ATA incoronano un record quattordici volte (ogni anno dal 1941 al 1942 e dal 1938 al 1941).

La depressione degli anni '1930 ha posto molti vantaggi e molte sfide per i giocatori di tennis. Il decennio ha visto un'espansione delle strutture per il tennis sotto l'amministrazione del progetto del presidente Franklin D. Roosevelt (WPA), inclusa l'aggiunta di campi da tennis nei quartieri neri. Tuttavia, le difficoltà economiche degli anni '1930 lasciarono molte persone senza le risorse per trascorrere il tempo giocando o guardando il tennis.

Una roccaforte dell'attività tennistica durante quel periodo era nei college neri, che hanno sempre avuto uno stretto rapporto con l'ATA. Molti membri dell'ATA erano professori universitari o amministratori e il tennis era lo sport partecipante più popolare tra le professioniste nere. Uno dei primi membri dell'ATA era R. Walter Johnson, che giocava a calcio alla Lincoln University. Ha diretto il programma di sviluppo junior dell'organizzazione, che ha avuto inizio nei primi anni '1940 e ha prodotto la campionessa di tennis Althea Gibson. Cleveland Abbott, il famoso direttore atletico della Tuskegee University, era un presidente dell'ATA. Nel 1937 l'ATA organizzò un tour espositivo dei suoi migliori giocatori in otto scuole superiori e ventuno college.

Quando l'integrazione razziale degli sport professionistici iniziò tra il 1946 e il 1950, l'ATA si aggiustò rapidamente, poiché l'accettazione negli eventi USTA era lenta per i neri. L'ATA e l'USTA avevano un accordo a partire dal 1951 in base al quale l'ATA nominava i giocatori neri per competere nei cittadini USTA. Il sedicenne Arthur Ashe è stato nominato giocatore nel 1959. L'ATA ha fornito una competizione indispensabile per i migliori giocatori di colore fino all'inizio degli anni '1970, quando tutte le restrizioni razziali furono abolite. I neri coltivati ​​attraverso eventi ATA hanno conquistato quasi settanta titoli nazionali junior e senior USTA.

L'ATA, con sede a Silver Spring, nel Maryland, continua a sponsorizzare programmi di formazione per giovani giocatori ea condurre campionati regionali. I suoi campionati nazionali rimangono un momento clou del programma sportivo estivo afroamericano.

Guarda anche Tennis

Bibliografia

Ashe, Arthur. A Hard Road to Glory: A History of the African-American Athlete, 1919-1945. New York: Warner Books, 1988.

arthur r. ashe jr. (1996)
Aggiornato dall'editore 2005