Arturo rogerio luz

Arturo Rogerio Luz (nato nel 1926) è stato un pittore e scultore filippino. I suoi dipinti sono caratterizzati da meticolosa semplicità e sobrietà, con colori tenui e forme sobrie. Lo stesso Luz li ha descritti come "semirappresentativi, semi astratti".

Arturo Luz è nato il 20 novembre 1926 a Manila, nella Repubblica delle Filippine. Ha studiato pittura alla School of Fine Arts dell'Università di Santo Tomas a Manila, alla Art School del Brooklyn Museum di New York e all'Académie Grade Chaumière di Parigi; si è diplomato al California College of Arts and Crafts di Oakland nel 1994. Ha sposato l'artista Tessie Ojeda Luz.

Riconoscimento mondiale

Mentre era ancora al college, Luz iniziò a esporre le sue opere e vinse il suo primo premio al concorso artistico annuale dell'Associazione artistica delle Filippine. Altri premi eccezionali includevano il primo premio al First International Art Salon di Saigon, Vietnam, nel 1962; un premio dalla California Art Association; e il Republic Cultural Heritage Award per la pittura della Repubblica filippina nel 1966. È stato scelto come "Outstanding Young Man in Art" dal Manila Times in 1955.

Le opere di Luz sono state esposte in tutti i principali centri d'arte del mondo. Il suo disegno "Harana" (Serenade) è stato inciso nel vetro di Steuben ed esposto come uno dei due rappresentanti filippini nella tanto annunciata mostra "Asian Artists in Crystal" nel 1955. Ha anche rappresentato le Filippine in una mostra dal titolo "Arte de America y Espana ", organizzato a Madrid ed esposto nelle principali città d'Europa.

Alcuni dei dipinti più famosi di Luz lo sono Musicisti di strada, Venezia, città e ciclisti No. 2. Un libro dei suoi disegni, con un'introduzione di Emmanuel Torres, fu pubblicato nel 1956.

Luz era molto ammirato dai suoi colleghi pittori, uno dei quali, Fernando Zobel de Ayala, lo definì "un pittore di pittori" e notò che, quando un dipinto di Luz veniva offerto in vendita, ciò era raro a causa della natura scrupolosa del lavoro dell'artista , l'acquirente era spesso un altro pittore. "Dove altri pittori gridano a squarciagola", scrisse Zobel, "Luz parla sottovoce e, insidiosamente, si fa dire molto di più".

Dalla pittura alla scultura

Luz ha iniziato a lavorare con la scultura piuttosto tardi. Come la sua pittura, è caratterizzata dalla semplicità della linea e dalla geometria della forma. Sebbene Figura II è alto 6 piedi, la maggior parte dei pezzi scultorei di Luz sono relativamente piccoli. Ha lavorato con legni duri filippini, marmo e metallo ed ha esposto le sue sculture principalmente a Manila. Il suo lavoro è stato descritto come scarso e spaziale.

Luz è stato uno dei direttori fondatori del Metropolitan Museum di Manila e ha ricoperto tale incarico dal 1976 al 1986. Possedeva la Luz Gallery a Makati, Filippine. Il suo lavoro, che comprende dipinti, sculture, grafica e fotografie, è in collezioni private e istituzionali.

Nel 1995, il suo lavoro è stato esposto al Metropolitan Museum. A quel tempo, il critico d'arte filippino Rod Paras-Perz disse: "La retrospettiva di Luz è ancora uno degli spettacoli più significativi e importanti mai tentati su un artista contemporaneo".

Ulteriori letture

Le informazioni su Luz sono scarse, ma c'è del materiale biografico in I duemila uomini di successo (1970). Un utile studio di base è WS Smith, Arte nelle Filippine (Manila, 1958).

Fonti aggiuntive

Yotoko, Marla, "Letter from Manila: Arturo Luz Retrospective at Manila Metropolitan", Reporter filippino, 4 maggio 1995. □