Arthur meier schlesinger jr

Arthur Meier Schlesinger, Jr. (nato nel 1917) è stato un eccezionale storico degli Stati Uniti e un influente attivista del Partito Democratico. Ciò che era unico era la misura in cui ha portato la sua borsa di studio a sostenere la sua politica partigiana.

Arthur M. Schlesinger, Jr. è nato nel 1917 con il nome Arthur Bancroft Schlesinger, successivamente cambiato lasciando il nome da nubile di sua madre e prendendo il nome completo di suo padre. Questa emulazione era una delle tante nella più famosa combinazione padre-figlio nella storia degli storici americani, poiché Schlesinger Jr. è cresciuto nella casa di uno dei principali storici degli anni '1920 e '1930. Arthur Schlesinger, Sr. ha insegnato uno dei primi corsi universitari di storia sociale e culturale americana (all'inizio degli anni '1920), è stato pioniere nella borsa di studio della storia sociale e, come professore ad Harvard tra le due guerre mondiali, ha diretto il lavoro di laurea di diversi studenti che divennero illustri storici sociali e intellettuali.

Il precoce Arthur Jr. si è laureato all'Harvard College summa cum laude all'età di 20 anni e pubblicò la sua tesi d'onore un anno dopo, Orestes A. Brownson: A Pilgrim's Progress (1939). Ha trascorso un anno a studiare in Inghilterra, ma non ha proseguito la formazione accademica formale. L'appartenenza alla Society of Fellows di Harvard gli ha permesso di fare la ricerca per The Age of Jackson, pubblicato quando aveva solo 27 anni nel 1945 (dopo il 1942 Schlesinger Jr. era stato coinvolto nello sforzo della seconda guerra mondiale a Washington, DC e all'estero). Il Premio Pulitzer fu assegnato The Age of Jackson, e Schlesinger Jr. fu nominato al dipartimento di storia di Harvard, dove suo padre era ancora professore.

Schlesinger Jr. spostò la sua attenzione accademica dal periodo pre-guerra civile a quella del New Deal mentre era un professore di Harvard. Insegnando la storia intellettuale americana dalle colonie ad oggi, ha concentrato la sua ricerca sul Età di Roosevelt e ha pubblicato i primi tre volumi che coprono gli anni fino al 1936: La crisi del vecchio ordine (1957); L'arrivo del New Deal (1958); e La politica del ribaltamento (1960). A metà degli anni '1980 riprese a lavorare alla sua storia in più volumi del New Deal.

Se Schlesinger Jr. avesse pubblicato solo queste opere storiche sarebbe noto al pubblico istruito così come agli storici, poiché tutti i suoi libri sono ben scritti e ampiamente letti. Ma furono i suoi impegni politici e il rapporto dei suoi scritti con questi impegni che resero Schlesinger una figura pubblica di insolito interesse.

È diventato Albert Schweitzer Professor of Humanities presso la City University di New York nel 1966 e presidente dell'American Institute of Arts and Letters nel 1981.

Stevenson supportato attivamente

Sebbene Schlesinger Sr. (1888-1965) fosse un liberale, un democratico per tutti gli anni '1920 e un sostenitore del New Deal, la sua borsa di studio non manifestava visibilmente le sue opinioni politiche e la sua attività politica di parte era scarsa. Schlesinger Jr. era più attivo personalmente nella politica partigiana e la sua borsa di studio sembrava dare voti. The Age of Jackson, scritto durante il quarto mandato di FDR, ha sostenuto che l'era delle riforme precedenti alla guerra civile era uno di una serie di cicli liberali alternati che seguirono periodi conservatori, ognuno dei quali non riuscì ad affrontare i problemi politici, economici e sociali della nazione. Schlesinger ha tentato di dimostrare che la democrazia jacksoniana era un movimento sociale consapevole proveniente principalmente da "non abbienti" nelle parti orientali e meridionali del paese. Il presunto radicalismo orientale cosciente di classe e l'allineamento regionale suggerivano, ovviamente, collegamenti con il New Deal, e si diceva che L'età di Jackson "votato" per Roosevelt, così come per Jackson.

Nel 1949 pubblicò Schlesinger Jr. The Vital Center: The Politics of Freedom, una storia del pensiero sociale americano organizzata intorno alle questioni politiche degli anni del secondo dopoguerra. Il centro vitale votò retrospettivamente per Truman nelle elezioni del 1948, sia in termini di programmi interni del New Deal sia nella formulazione dell'opposizione al totalitarismo, sia del fascismo a destra che del comunismo a sinistra. Scritto per il momento, Il centro vitale rimane una testimonianza straordinariamente duratura per il mainstream del Partito Democratico quasi 40 anni dopo la sua pubblicazione.

Attivo sostenitore di Adlai Stevenson nelle sue offerte infruttuose per la presidenza nel 1952 e nel 1956, Schlesinger Jr. passò i suoi discorsi a John Kennedy per le elezioni del 1960. Kennedy o Nixon: fa la differenza (1960) ha presentato il suo caso per JFK. Dopo aver prestato servizio alla Casa Bianca come assistente speciale di Kennedy e aver rassegnato le dimissioni dalla facoltà di Harvard, Schlesinger ha scritto Mille giorni: John F. Kennedy alla Casa Bianca (1965), per il quale è stato nuovamente insignito del Premio Pulitzer.

La sua visibilità politica oscurava il fatto che Schlesinger Jr. rimase un acuto commentatore accademico nelle recensioni di libri sulle opere monografiche di altri storici della storia intellettuale, politica e sociale americana. Inoltre, è stato editore del Storia delle elezioni presidenziali americane (4 volumi, 1971) e nel 1986 scrisse 14 eleganti saggi descrivendoli I cicli della storia americana.

Vecchi ideali riciclati

In seguito alla proclamazione di una nuova alleanza da parte di Bill Clinton nel suo discorso di accettazione presidenziale del 1992, Schlesinger ha affermato che una nuova era era iniziata. Ha basato la sua affermazione sui cicli della teoria della storia americana avanzata da suo padre. L'anziano Schlesinger predisse nel 1939 che il New Deal si sarebbe esaurito a metà degli anni Quaranta. Avrebbe lasciato il posto a una marea conservatrice, predisse, che a sua volta avrebbe prodotto una nuova epoca liberale a partire dal 1940. La prossima fase conservativa sarebbe iniziata intorno al 1962.

Sulla base di questo record, era logico prevedere, come fece il giovane Schlesinger nel 1986, che a un certo punto, poco prima o dopo il 1990, sarebbe dovuto avvenire un brusco cambiamento nell'umore e nella direzione nazionale. Il motivo per cui ogni fase si è ripetuta a intervalli di circa 30 anni, ha affermato Schlesinger, era perché il cambio generazionale era la molla principale del ciclo. Ma poiché ogni generazione ha mantenuto fede ai propri sogni giovanili, ha sostenuto Schlesinger, lo slancio in avanti è stato garantito.

Durante gli anni '1990, Schlesinger è stato tra un numero crescente di scrittori, analisti e osservatori politici che hanno riconosciuto che non tutto andava bene con il multiculturalismo e le tendenze politicamente corrette.

Ulteriori letture

Il miglior saggio su Arthur Schlesinger, Jr. come storico è stato di Marcus Cunliffe, "Arthur M. Schlesinger, Jr.", in Pastmasters: alcuni saggi sugli storici americani, a cura di Marcus Cunliffe e Robin Winks (1969). Per un'interessante analisi di Schlesinger Jr. dello storico forse più influente della sua età nel suo campo di studi, vedere Schlesinger Jr., "Richard Hofstadter", in Pastmasters. Per informazioni sulla professione storica negli Stati Uniti durante la vita di Schlesinger Jr., vedere John Higham, La Nostra Storia (1965), capitoli I-III. Schlesinger è apparso nel programma televisivo A&E Biography; una breve biografia è disponibile sul sito web www.biography.com (Luglio 1997). È autore di più di una dozzina di libri. □