Arte: romanticismo e arte di genere

Celebrando l'uomo comune. La pittura di genere, che si concentra su scene della vita quotidiana, è stata una forza forte nell'arte americana durante il diciannovesimo secolo. Negli anni 1840 rivaleggiava in popolarità con la pittura di ritratti e di paesaggi. I suoi praticanti hanno ignorato nomi specifici e

La nascita della fotografia

La fotografia nacque in Francia nel 1826, quando un chimico realizzò la prima fotografia sopravvissuta esponendo un piatto di peltro per otto ore. Subito dopo e con grande entusiasmo, Louis JM Daguerre (1789-1851) introdusse il dagherrotipo, un processo fotografico più pratico che richiedeva tempi di esposizione spesso di quindici minuti. L'invenzione del negativo fotografico avvenne nel 1839, seguita nel 1851 da un processo di lastra umida che il fotografo della guerra civile Mathew Brady utilizzò con successo per scattare più di settemila fotografie del conflitto americano. Nel 1850 la fotografia si era affermata come un'impresa commerciale legittima. Il tintipo, introdotto nel 1855, era un metodo veloce ed economico per realizzare ritratti. Sebbene i tintypi producessero spesso immagini di scarsa qualità, erano estremamente popolari e prontamente disponibili per le masse.

Un altro grande mercato per la fotografia erano le foto di viaggio. Il pubblico del diciannovesimo secolo era affamato di esotico e le scene di paesi stranieri e dell'Ovest americano erano in costante richiesta. Timothy O'Sullivan (1840-1882), che aveva lavorato con Brady durante la guerra, divenne uno dei primi importanti fotografi di viaggio, documentando i suoi viaggi in Arizona, Nevada e Panama.

fonti: George M. Craven, Oggetto e immagine: un'introduzione alla fotografia (Englewood Cliffs, NJ: Prentice-Hall, 1975);

Phil Davis, Fotografia (Dubuque, Iowa: William C. Brown, 1982);

Carol Strickland, La Monna Lisa annotata (Kansas City, M¿ .: Andrews & McMeel, 1994).

luoghi a favore della raffigurazione di eventi generali e quotidiani. Sebbene ci fossero delle eccezioni, la maggior parte delle scene di genere trasmetteva una visione ottimistica o comprensiva della vita americana. Un argomento particolarmente favorito era l'America rurale, in particolare lo stile di vita rustico e laborioso del contadino. Con l'industrializzazione che ha cambiato lentamente il volto dell'America, gli artisti di genere hanno catturato con nostalgia l'eredità in declino dell'America rurale. William Sidney Mount (1807-1868) ha conservato la tradizione di un paese in Il suonatore di banjo (1858), mentre Eastman Johnson's Il vecchio allenatore di scena (1871) fu dipinto mentre le ferrovie si espandevano a livello nazionale, sostituendo quella vecchia modalità di viaggio. George Caleb Bingham (1811-1879) è stato il primo importante pittore di genere del West americano. In scene di frontiera come Commercianti di pellicce che discendono il Missouri (1845) e La barca di legno (1850), ha eroico i commercianti brizzolati, i battellieri e i pionieri che si sono avventurati in territori sconosciuti.

L'ascesa della stampa. La popolarità dei soggetti di genere è aumentata notevolmente con gli sviluppi tecnologici nel campo della stampa. La crescita industriale aveva generato una grande classe media alfabetizzata, che richiedeva notizie stampate, libri e infine arti grafiche. L'incisione su metallo, che utilizzava robuste lastre di acciaio, ha consentito la produzione in serie di immagini a prezzi accessibili. L'introduzione della litografia nel 1818 fornì un altro mezzo efficiente per la riproduzione. Forse i litografi più importanti della seconda metà del diciannovesimo secolo furono Nathaniel Currier e Merritt Ives, che formarono Currier & Ives nel 1857. Coprendo quasi ogni soggetto immaginabile per soddisfare una vasta gamma di gusti, l'azienda creò più di quattromila immagini durante la sua vita di produzione. Le loro immagini di navi e praterie, città e fattorie, vigili del fuoco e pescatori hanno raccontato la vita americana e hanno reso caro Currier & Ives al pubblico americano. La loro serie di stampe raffiguranti battaglie della guerra civile ha avuto un successo schiacciante.

La guerra civile. Nel suo dipinto del 1859 Vecchia casa del Kentucky Eastman Johnson (1824-1906) paragonò un grande maniero del sud con alloggi tutt'altro che ideali per gli schiavi. Raffigurando la schiavitù del sud in modo toccante, Johnson ha registrato il conflitto più sanguinoso della nazione. La devastazione del Sud e le ripercussioni successive alla guerra civile non andarono perse sui pittori di genere. Entrambi dobbiamo svanire (Sig.ra Fithian) (1869), un ritratto di Lilly Martin Spencer (1822-1902), mostra una bella del sud che si guarda allo specchio mentre stringe tra le dita una rosa sgretolata. Non solo un commento sulla fragilità della vita, l'opera sembra anche suggerire lo svanire della vita signorile del sud. Spencer, una bambina prodigio nata da genitori intellettuali, è stata la prima pittrice americana ad essere riconosciuta

su un piano di parità con i suoi coetanei maschi, creando un importante precedente per le artiste delle generazioni future.