Architettura: stile federale

Uno stile americano. Gli stili classici e federali dominavano l'architettura americana all'inizio della repubblica. Strettamente legati gli uni agli altri, hanno utilizzato elementi classici in modi diversi. L'architettura classica è monumentale e di carattere austero, che si ispira agli antichi templi. Al contrario, l'architettura federale è più leggera e complessa, con dettagli e ornamenti delicati. Il principale praticante di stile federale fu il bostoniano Charles Bulfinch (1763-1844), che sviluppò il suo interesse per l'architettura neoclassica inglese durante

Londra. In particolare ha cercato modelli per due figure di spicco della tradizione neoclassica inglese: Robert Adam e William Chambers, modificando e adattando il loro stile alle circostanze americane. Al suo ritorno a Boston nel 1787, Bulfinch eseguì il suo primo progetto, la Hollis Street Church. Questo progetto è stato seguito da progetti per molti altri edifici pubblici e privati, tra cui la Connecticut State House (1793–1796) e il Federal Street Theatre (1793–1794) a Boston. Attraverso tali progetti ha contribuito a stabilire il dominio dell'architettura in stile federale nel New England.

Da amatoriale a professionista. Gli architetti americani di questo periodo erano o gentiluomini dilettanti, per i quali l'architettura era un hobby, o costruttori, per i quali il design era un aspetto secondario della costruzione. Da un ricco background, Bulfinch iniziò come dilettante e lo rimase fino al fallimento di uno dei suoi progetti più ambiziosi, il Tontine Crescent (1793–1794) a Boston. Ispirato da esempi inglesi, il Tontine Crescent era una fila di case collegate costruite secondo un design coerente, il primo sviluppo del genere in America. Poiché ha iniziato a lavorare su questo progetto durante una recessione, Bulfinch non è stato in grado di attirare abbastanza investitori e ha finito per finanziarlo con i propri soldi. Dopo la bancarotta nel 1796, si è dedicato all'architettura per guadagnarsi da vivere, contribuendo a trasformare l'architettura in un'occupazione professionale. Nelle parole di sua moglie, "Mio marito ... ha fatto dell'architettura la sua attività, come era stato il suo piacere."

Il Massachusetts State House. Il più importante e noto dei progetti di Bulfinch è il Massachusetts State House (1795–1797). Modellato sul progetto di William Chambers per la Somerset House in Inghilterra, il design della Massachusetts State House si distingue per la sua cupola centrale, una caratteristica che è stata ampiamente imitata nei progetti per altre capitali dello stato. Il commento contemporaneo sulla Massachusetts State House suggerisce come questo edificio abbia adattato gli stili britannici a scopi nazionalistici americani. Uno scrittore per il Centinel colombiano dichiarò nel 1798: "Non si possono elogiare troppe lodi agli agenti che hanno diretto la costruzione di questo superbo edificio, per la loro economia, liberalità e patriottismo." I materiali sono per lo più dei prodotti del nostro paese, e gli ornamenti della composizione sono stati realizzati e modellato sul posto. " L'intersezione tra gli affari pubblici e gli interessi architettonici di Bulfinch culminò con la sua nomina ad architetto del Campidoglio degli Stati Uniti nel 1817, subentrando a Benjamin Latrobe il compito di ricostruire il Campidoglio dopo che fu bruciato dagli inglesi durante la guerra del 1812. I lavori furono completati nel 1827.