Architettura: religiosa

Durante il diciottesimo e l'inizio del diciannovesimo secolo, il ceppo predominante dell'edilizia religiosa nelle colonie inglesi che divennero la nuova Repubblica americana era neoclassico. Negli anni 1720, il classicismo praticato dai grandi designer britannici Sir Christopher Wren (1632–1723) e Sir James Gibbs (1682–1754) fu adottato in varie modifiche provinciali attraverso la costa atlantica. Nelle colonie anglicane del sud, le chiese erano solitamente eseguite in mattoni e situate ai nodi del trasporto rurale. Il neoclassicismo rimpiazzò rapidamente lo stile delle case di riunione puritane nel New England e può ancora essere visto sui green della città, con gli ingressi principali sul lato corto in stile "religioso" e spesso caratterizzati da un portico gibbsiano a colonne. Nel periodo rivoluzionario era stato persino adottato dai battisti settari nella loro casa di riunione di Providence, Rhode Island, e all'inizio del XIX secolo si poteva trovare negli avamposti del New England come Tallmadge, Ohio. Versioni elaborate in quello che allora era conosciuto come lo stile federale, come il Center and United Churches a New Haven, Connecticut, verde, rappresentavano un'esibizione di raffinato gusto urbano;

la continua presenza dei due fianco a fianco è una muta testimonianza della separazione della fratellanza congregazionale durante i risvegli del Grande Risveglio, che persistette materialmente anche dopo che le differenze teologiche furono risolte.

Allo stesso tempo, altre versioni del classicismo con associazioni ideologiche repubblicane iniziarono a spiazzare il vecchio stile dal sapore inglese. La prima cattedrale cattolica romana, costruita a Baltimora dal 1805 al 1818 sotto la supervisione del vescovo John Carroll (1735-1815), rappresentò una scelta consapevole del modo di rinascita romana, con cupola distintiva, rispetto all'alternativa gotica offerta anche dall'architetto Benjamin Latrobe (1764 –1820). Dal 1820 il Revival greco era emerso come il definitivo stile religioso americano oltre che civico. Esempi possono essere trovati attraverso le linee denominazionali e sezionali e anche tra fedi diverse, come si può vedere nella Chiesa svedese-borgiana a Bath, nel Maine (1843); Temple Beth Elohim a Charleston, South Carolina (1841); la prima chiesa congregazionale a Madison, Connecticut (1838); e la Cattedrale cattolica romana di San Pietro in Vincoli a Cincinnati, Ohio (1845). È interessante notare che sia ebrei che cattolici durante questi decenni tendevano ad adottare gli stili della cultura dominante per i loro luoghi di culto. Un primo esempio ebraico è la Sinagoga Touro (1763) a Newport, Rhode Island, progettata da Peter Harrison, spesso caratterizzata come il primo architetto professionista nelle colonie britanniche, e che assomiglia più alla casa di un ricco mercante che a una struttura religiosa .

Sebbene il classicismo fosse favorito da quelle denominazioni che volevano identificarsi con il mainstream civico e culturale, i gruppi dissenzienti spesso ignoravano o erano ignari di questa tradizione. Sia i quaccheri che gli scuotitori, ad esempio, aderivano allo stesso "stile semplice" che aveva caratterizzato le prime case di riunione del New England puritane, così come i settari tedeschi le cui strutture spesso mostravano tocchi tipicamente etnici. Le denominazioni popolari adoravano ovunque potessero, anche se molte, come i metodisti, alla fine adottarono gli stili dei tempi. Inoltre, a partire dal Grande Risveglio del 1740, molti servizi evangelici si tenevano all'aperto o in strutture temporanee erette come sale di predicazione. Una variante emersa da questa tradizione era quella della riunione del campo, un evento di diversi giorni in cui un gran numero di persone si riuniva per lunghe sessioni di predicazione. Il revival di Cane Ridge del 1801 nel Kentucky fu un importante prototipo di questa tradizione, che in breve tempo divenne routinaria, con strutture permanenti per la sua condotta.

Altri stili sono stati utilizzati da comunità religiose che hanno attinto a diversi settori del passato europeo. Accanto alle due chiese neoclassiche congregazionali sul verde di New Haven si trova la Trinity Episcopal Church, anch'essa costruita durante il secondo decennio del XIX secolo. A differenza dei suoi vicini, Trinity è progettato in una prima versione americana del modo gotico, che in questo momento consisteva principalmente in alcune caratteristiche medievali come finestre ad arco a sesto acuto sovrapposte sullo stesso tipo di cornice rettangolare della maggior parte delle chiese neoclassiche. Un adattamento simile ma più distintivo del gotico esiste nel primo tempio mormone, costruito a Kirtland, Ohio, nel 1831, adattato internamente ai rituali distintivi dei Santi degli Ultimi Giorni allora in fase di formazione. Entro il 1840 uno stile gotico più archeologicamente corretto sarebbe emerso nelle chiese episcopali urbane di Richard Upjohn (1802-1878). Il "Carpenter Gothic" in legno semplificato di Upjohn è stato ampiamente adottato da un'ampia gamma di denominazioni.

Nelle terre periferiche che sarebbero state incorporate negli Stati Uniti tramite guerra o acquisto, la cattedrale di St. Louis a New Orleans, il risultato di diverse campagne di costruzione, illustra nel suo stile eclettico l'influenza dei gusti francesi, spagnoli e americani. La sua posizione di rilievo in Place d'Armes (Jackson Square) e l'adiacente Cabildo (uffici governativi) e Presbytère (quartieri per il clero) indicano la stretta alleanza tra chiesa e stato sotto il regime francese e spagnolo. Le missioni spagnole in California, costruite alla fine del XVIII secolo dai francescani Junípero Serra (1713–1784) e Fermin Lasuen (1736-1803), sono di dimensioni molto più ridotte, ma riflettono in modo simile il mélange culturale dello stile barocco spagnolo con influenze musulmane costruite da braccianti indigeni sotto direzione clericale.