Anthony meuza van diemen

Anthony Meuza Van Diemen (1593-1645) era un funzionario e commerciante coloniale olandese. In qualità di governatore generale delle Indie orientali olandesi, fece molto per sviluppare Batavia e le Indie e per espandere l'influenza olandese nell'Asia orientale.

Anthony Van Diemen è nato a Culemborg, Paesi Bassi. Come molti figli di patrizi, era destinato a fare il mercante e nel 1616 si mise in commercio ad Amsterdam. Un anno dopo, a seguito di sfortunati consigli, fu costretto a dichiarare fallimento. Incapace di rimborsare i suoi creditori, si è rivolto alla Compagnia olandese delle Indie Orientali, che lo ha rifiutato come un rischio scarso.

Van Diemen riuscì finalmente a iscriversi come soldato con lo pseudonimo di Thonisz Meeuwisz e arrivò a Java nell'agosto del 1618. Attirò rapidamente l'attenzione del governatore generale Jan Coen, che lo nominò impiegato nel suo ufficio. Il 17 gennaio 1630 Van Diemen sposò Maria van Aelst a Batavia. Di grande successo nella sua associazione con Coen, Van Diemen fu nominato direttore della sezione commerciale della compagnia e nel 1631 tornò con la flotta ad Amsterdam come ammiraglio. Nel 1633 salpò di nuovo per le Indie orientali olandesi e durante il viaggio scoprì un'isola sconosciuta nell'Oceano Indiano che chiamò Nieuw Amsterdam, o Nuova Amsterdam, il nome che porta oggi.

Van Diemen fu la scelta di Coen come successore del governatore generale, ma Jacques Specx e Hendrik Brouwer ricoprirono entrambi questo incarico prima della successione di Van Diemen a capodanno, 1636. Alla fine di quell'anno salpò con una forza per Amboina e Ceram per reprimere una rivolta e da lì è andato a Makassar nel tentativo di porre fine agli anni di combattimenti.

Oltre alla sua scoperta, Van Diemen ha incoraggiato attivamente l'esplorazione e ha contribuito a fornire spedizioni, due nel nord del Giappone e dintorni e due in Australia, durante il corso delle quali sono state scoperte l'attuale Tasmania (prima chiamata Van Diemen's Land) e la Nuova Zelanda . Morì il 19 aprile 1645 a Batavia dopo una malattia.

I risultati più brillanti di Van Diemen furono la sua vittoriosa lotta contro i portoghesi a Ceylon e Malacca, la firma di trattati vantaggiosi con Acheh nel nord di Sumatra e con Ternate e Tidore nelle Molucche, in particolare in relazione al commercio delle spezie e all'instaurazione di relazioni commerciali con Cina, Giappone e Tonchino.

Se Coen ha fondato Batavia, Van Diemen vi ha lasciato il suo marchio come centro del potere aziendale e come centro amministrativo. Costruì anche due chiese e introdusse un codice legale chiamato Statuti Bataviani (1642). In quanto espansore dell'impero olandese d'oltremare, è secondo solo a Coen; sebbene sia stato governatore generale per ben 9 anni, il governo di Van Diemen abbraccia uno dei periodi più movimentati della storia olandese d'oltremare.

Ulteriori letture

Eduard Servaas de Klerck, Storia delle Indie orientali olandesi (2 voll., 1938), contiene un buon resoconto biografico di Van Diemen ed è la migliore fonte in inglese. Vedi anche John Horace Parry, L'era della ricognizione (1963) e Charles R. Boxer, Impero marittimo olandese, 1600-1800 (1965). □