Anni ‘1990: cultura della stampa

Fino agli anni '1990, gli americani leggevano i loro giornali, riviste e romanzi come avevano sempre fatto: sulla carta. Negli anni '1990, la crescente popolarità dei libri su nastro e la rivoluzione di Internet hanno portato un cambiamento alla cultura della stampa americana. I libri registrati erano in circolazione da un po 'di tempo, ma sono cresciuti in popolarità durante il decennio. Con il calo dei prezzi, sempre più americani hanno iniziato ad ascoltare gli ultimi libri su nastro nelle loro auto o su lettori di cassette personali.

Un altro importante cambiamento nella cultura della stampa è stato l'emergere degli "e-book" e di altre forme di supporto elettronico di stampa. Gli editori di libri cercavano di aumentare i loro profitti offrendo alcuni titoli in formato elettronico. I lettori potrebbero scaricare il libro su un personal computer o su uno dei tanti nuovi dispositivi elettronici progettati solo per gli e-book (se si potesse sopportare la qualità dell'immagine non perfetta). Gli editori di riviste e giornali hanno prodotto versioni elettroniche dei loro periodici online e gli utenti potevano accedere ai siti Web gratuitamente o con un piccolo supplemento. Tutti i principali organi di stampa offrivano notizie tramite il Web e riviste solo Web come Salon.com e Slate.com hanno aperto la strada a questo nuovo mezzo di stampa "stampato".

Nonostante la popolarità di questi nuovi modi di accedere alle informazioni scritte, la maggior parte degli americani rimase fedele alle riviste, ai giornali e ai best-seller popolari e collaudati, che avevano sempre amato. Alcuni nomi familiari rimasero in cima alle liste dei best seller, tra cui Stephen King (1947–), Danielle Steel (1947–), Tom Clancy (1947–) e John Grisham (1955–). Michael Crichton (1942–) è stato il più grande successo crossover del decennio. Molti dei suoi romanzi più venduti sono diventati rapidamente film di successo, incluso uno dei più spettacolari del decennio, Jurassic Park. Verso la fine del decennio, un romanziere britannico di nome JK Rowling (1965–) ha debuttato un libro intitolato Harry Potter e la pietra filosofale che divenne rapidamente una sensazione negli Stati Uniti e in tutto il mondo. Mentre molti lodavano il libro per aver incoraggiato la lettura tra i giovani, altri hanno cercato di vietarlo per promuovere la stregoneria. Il baccano sul libro lo rese la sensazione editoriale della fine degli anni '1990, e la Rowling seguì il suo primo libro con diversi sequel di successo.