Anni ‘1990: cinema e teatro

Negli anni '1990, gli effetti speciali hanno continuato a dominare il mondo del cinema. Gli effetti speciali sono stati usati pesantemente per creare l'azione spettacolare che era richiesta dal film più importante dell'anno di ogni studio cinematografico: il blockbuster estivo. Jurassic Park (1993), basato su un romanzo con lo stesso nome di Michael Crichton (1942–), stabilì lo standard per il decennio con i suoi realistici dinosauri generati al computer che sgranocchiano le persone. Molti altri film hanno offerto emozioni proprie. Se quei brividi provenivano dallo spazio, come in Independence Day (1996) o Star Wars: Episodio I - La minaccia fantasma (1999), o dalla natura, come in tornado (1996) con i suoi terrificanti tornado, i registi si sono affidati a effetti speciali per dare impatto alle loro storie. Star Wars: Episodio I - La minaccia fantasma ha avuto la particolarità di presentare il primo personaggio principale generato digitalmente in un film: Jar Jar Binks.

Naturalmente, non tutti i film hanno utilizzato effetti speciali per conquistare il pubblico. Il film dell'orrore Urlare (1996) ha combinato sangue e umorismo. La sensazione fatta in modo indipendente The Blair Witch Project (1999) ha utilizzato tecniche di regia stravaganti e pura suspense per terrorizzare il pubblico. Entrambi i film hanno contribuito a far rivivere un genere cinematografico, l'horror, che era diventato stantio e non originale, con film prodotti come se usassero una formula. Anche i film d'animazione hanno conosciuto una rinascita negli anni '1990. Il Re Leone (1994) ha dimostrato che la Disney poteva ancora creare un commovente intrattenimento per la famiglia, ma la vera storia del decennio era l'uso dell'animazione generata al computer. Toy Story (1995) Toy Story 2 (1999) A Bug's Life (1998), e Z la formica (1998) sono stati tutti realizzati esclusivamente su computer. Ogni film aveva calore e umorismo. Tutti questi film hanno anche permesso la creazione di un assortimento di giocattoli, giochi, videogiochi e promozioni incrociate con ristoranti fast-food.

Il teatro americano ha continuato il boom iniziato negli anni '1980, con produzioni su larga scala che attiravano un vasto pubblico a New York e poi in tournée nella nazione. Le maggiori produzioni del decennio furono Il Re Leone (1997; una versione teatrale del film), Ragtime (1997) Porta 'Da Noise, Porta' Da Funk (1996), e Affitto (1996).