Anni ‘1960: musica

Gli anni '1960 videro una vera fioritura di stili musicali popolari. A differenza degli anni '1950, in cui la nascita del rock and roll ha dominato il decennio, jazz, pop e musica folk hanno riunito ascoltatori devoti negli anni '1960. Il rock and roll ha continuato a crescere come forma musicale, con una netta divisione tra rock "duro" ribelle e rock "leggero", che suonava molto come la musica pop.

La musica folk è rinata negli anni '1960 grazie a diversi giovani artisti che volevano salvare la forma musicale da quello che vedevano come il suo triste declino. Bob Dylan (1941–), Joan Baez (1941–) e il gruppo Peter, Paul e Mary adottarono stili folk - semplici arrangiamenti musicali suonati su strumenti acustici - ma li riempirono di commenti politici su questioni contemporanee. Le loro canzoni hanno affrontato i problemi del movimento per i diritti civili degli anni '1950 e '1960 e della guerra del Vietnam (1954-75) e li hanno aiutati ad ottenere un vasto pubblico. Con il passare del decennio, il folk si unì al folk-rock mentre gli artisti usavano sempre più strumenti elettrificati e canzoni più sofisticate. Dylan e il gruppo Simon e Garfunkel hanno aperto la strada al folk rock.

La musica rock and roll negli anni '1960 era dominata da un gruppo: i Beatles. Lanciato a Liverpool, in Inghilterra, questo gruppo di quattro uomini è apparso per la prima volta negli Stati Uniti nel 1964 L'Ed Sullivan Show. La popolarità dei Beatles è rimasta forte per tutto il decennio. Altri gruppi britannici seguirono i Beatles, creando quella che divenne nota come British Invasion. I Rolling Stones, gli Animals e gli Who ebbero presto successo negli Stati Uniti. In una strana svolta, una società di produzione televisiva americana conosciuta come Screen Gems ha deciso di copiare il successo dei Beatles inventando una band tutta sua modellata sui ragazzi di Liverpool. Le scimmie erano composte da quattro bei attori, tre dei quali non sapevano nemmeno come suonare i loro strumenti. Ciò non ha impedito loro di avere diversi singoli al numero uno, con la musica suonata da altri.

La musica rock presto si è divisa in diversi flussi. Alcune band producevano musica più leggera con testi piacevoli da vendere alle stazioni radio pop. Altre band hanno perseguito la musica rock come una forma di protesta o una forma di esplorazione artistica. Questa musica rock più matura utilizzava sofisticate tecniche di registrazione e strumenti esotici. Due ex gruppi di soft rock hanno aperto la strada: i Beach Boys con Pet Sounds (1966) e i Beatles con Sgt. Lonely Hearts Club Band Pepper (1967). Altre band, in particolare quelle di San Francisco, in California, hanno spinto il rock ad avere un bordo ancora più duro. The Grateful Dead, Jefferson Airplane e Janis Joplin (1943-1970) hanno contribuito a creare una forma nota come rock psichedelico. Jimi Hendrix (1942-1970) e altri fecero esperimenti con suoni noti come acid rock. Inoltre, due festival musicali hanno rivelato gli alti e bassi della sottocultura rock and roll: Woodstock (1969) e Altamont (1969).

Alcune delle musiche più popolari del decennio provengono dalla Motown Records a Detroit, nel Michigan. Unendo gospel, jazz, rhythm and blues (R&B) e rock and roll, il fondatore della Motown Berry Gordy Jr. (1929–) e il suo team di cantautori hanno creato le band che hanno avuto alcuni dei più grandi successi del decennio. Diana Ross (1944–) e i Supremes, Smokey Robinson (1940–) e i Miracles, le Temptations, i Four Tops, Marvin Gaye (1939–1984) e Stevie Wonder (1950–) iniziarono tutti alla Motown.