Anni ‘1960: cinema e teatro

La produzione cinematografica è rimasta in crisi all'inizio degli anni '1960. I cineasti hanno faticato a trovare strategie di successo per combattere la crescente popolarità della televisione, che ha tenuto a casa gli ex spettatori. Una strategia era quella di realizzare spettacoli con un budget elevato che i produttori televisivi semplicemente non potevano fare. Cleopatra, uscito nel 1963, con Elizabeth Taylor (1932–) e Richard Burton (1925–1984), era proprio un film del genere. La realizzazione è costata 37 milioni di dollari e includeva set sontuosi e location esotiche per le riprese. Gli spettatori adoravano questi film, ma ce n'erano solo così tanti che potevano essere girati ogni anno.

I registi hanno anche attratto il pubblico realizzando un altro tipo di film che non poteva essere trasmesso in TV: film che contenevano sesso, violenza o comportamenti non convenzionali. Commedie come L'appartamento (1960) e Baciarmi stupido (1964), drammi come Il laureato (1967) o Bonnie e Clyde (1967) e immagini di avventura come i film di James Bond Il dott. No con Goldfinger (1964): tutti avevano contenuti ritenuti troppo "maturi" per la TV.

I contenuti per adulti divennero presto uno dei maggiori problemi dell'industria cinematografica, poiché gruppi come la Catholic Legion of Decency pubblicizzavano le loro valutazioni di film che erano ritenuti inaccettabili. Nel 1968, la Motion Picture Association of America ha avviato un sistema di valutazione volontario che è ancora in uso. Il sistema includeva le classificazioni G (pubblico generale), M (maturo; successivamente cambiato in GP, ​​poi PG), R (limitato) e X (non sono ammessi minori di 18 anni). (PG-13 è stato aggiunto nel 1984.) Nel 1969, il film Un uomo da marciapiede ha vinto l'Oscar per il miglior film nonostante una valutazione X assegnata al film per il suo contenuto omosessuale. (Anni dopo, Un uomo da marciapiede è stato riclassificato con un rating R.)

Nonostante questi limiti, i registi hanno prodotto alcuni dei film più noti della storia del decennio, compresi i film di fantascienza Il pianeta delle scimmie (1968) e 2001: Odissea nello spazio (1968) e il film horror Psycho (1960). Un altro film popolare è stato West Side Story (1961), adattato dalla popolare commedia di Broadway con lo stesso nome. Una fiorente cultura teatrale americana ha fornito molti altri spettacoli che sono arrivati ​​sul grande schermo, tra cui Chi ha paura di Virginia Woolf? (1962; girato nel 1966) da Edward Albee (1928–) e La strana coppia (1965; girato nel 1968 e trasformato in una serie televisiva nel 1970) di Neil Simon (1927–). Capelli (1968; girato nel 1978) è diventato il primo musical rock-and-roll.