Anni ‘1930: la grande depressione sconvolge l’America

Dopo i ruggenti anni Venti, quando il business esplose e la gente pensava che il futuro fosse roseo, il crollo del mercato azionario del 29 ottobre 1929 sembrò un problema minore che si sarebbe rapidamente posto rimedio. L'America aveva già sofferto tempi duri; la maggior parte degli americani pensava che l'economia sarebbe presto cambiata in modo che le persone potessero andare avanti con la vita. La Grande Depressione (1929-41) fu quindi una grande sorpresa per la maggior parte delle persone. Su una popolazione di 122 milioni nel 1930, 750,000 persone furono licenziate senza paga e altri 2.4 milioni di lavoratori capaci non avevano alcun lavoro. L'America non era decisamente tornata in pista. L'economia non ha mostrato segni di svolta. Le aziende più grandi e potenti del paese hanno dovuto tagliare. Il sistema bancario è crollato. Operai, minatori e agricoltori rimasero disoccupati e in molti casi senza un soldo. Scuole chiuse. I bambini non potevano avere cibo a sufficienza. Le donne sposate sono state licenziate per favorire donne o uomini single. Il decennio è stato segnato dalle sofferenze dei contadini su terreni inutilizzabili "polveriere", bambini affamati, lavoratori sottopagati e persone ansiose e disperate che non riuscivano a trovare un lavoro di alcun tipo.

Per trasformare il paese, il governo ha dovuto intervenire e dare una mano. I programmi del New Deal del presidente Franklin D. Roosevelt (1882-1945) erano una serie di programmi governativi progettati per stimolare l'economia. Il New Deal offriva lavoro temporaneo, sostegno finanziario, prestiti e assicurazione sul conto bancario agli americani bisognosi. I progetti governativi hanno consentito alle persone di lavorare e di avviare l'economia. Entro la fine del decennio, l'America stava tornando sulla buona strada mentre nuovi produttori di prodotti di consumo e società di servizi ampliavano la loro offerta. Questi nuovi tipi di società avrebbero preso il posto di produttori più orientati all'industria che avevano dominato l'economia nei decenni precedenti.

Nonostante le difficoltà economiche del decennio, la cultura popolare ha fatto passi da gigante. Gli anni '1930 sono conosciuti come l'età d'oro del cinema e della radio. I progressi tecnologici hanno portato a pellicole di qualità superiore. Gli studi cinematografici ancora ricchi hanno prodotto film con ambientazioni stravaganti che hanno permesso al pubblico di sfuggire ai propri problemi personali, anche se solo per un breve periodo. La radio è diventata un mezzo più popolare rispetto al decennio precedente. Alla fine degli anni '1930, circa l'80% delle famiglie americane possedeva una radio. La radio era così popolare che i cinema avrebbero persino interrotto il film in primo piano per trasmetterlo Amos 'n' Andy spettacolo (1928-60) al pubblico ogni sera.

Con l'abrogazione del proibizionismo (1920-33), le persone potevano legalmente produrre e vendere nuovamente alcolici. Taverne aperte in tutto il paese. Jukebox e musica registrata in "juke joint", taverne o fontane di soda offrivano un accompagnamento musicale ad attività che prima erano state silenziose o avevano fatto affidamento su band dal vivo. Con il sostegno finanziario e la visione del New Deal, il paese ha ascoltato una varietà musicale più ampia che mai durante il decennio.

Il paesaggio del paese è stato cambiato per sempre dalla vastità e dal numero di progetti di costruzione che hanno punteggiato il paese. Alcuni dei grattacieli più imponenti e dei progetti di ingegneria più complicati furono completati negli anni '1930. L'Empire State Building (1931) ha cambiato lo skyline di New York. La diga di Boulder (1935; ribattezzata diga di Hoover nel 1947), è stata un'impresa di ingegneria che ha offerto una fornitura regolare di elettricità a Los Angeles, California, per la prima volta quando è stata inaugurata nel 1935. Il Golden Gate Bridge, che è stato costruito tra 1933 e 1937, si estende su un passaggio di due miglia tra Oakland e San Francisco, in California. Il Golden Gate rappresenta una testimonianza del genio del design moderno dei ponti.

In generale, tuttavia, la vita in America durante gli anni '1930 è stata plasmata a seguito della Grande Depressione.