Anni ‘1910: sport e giochi

Il baseball ha continuato a dominare la scena sportiva americana negli anni '1910. La partecipazione alle partite di baseball professionistico è rimasta elevata per tutto il decennio, passando da 6,206,447 nel 1910 a 6,532,439 nel 1919; i numeri avrebbero potuto essere più alti senza le interruzioni della prima guerra mondiale (1914-18). La American League ha dominato le World Series, vincendo otto dei dieci titoli nel decennio. Le più grandi star dei giochi furono Ty Cobb (1886-1961) dei Detroit Tigers, Walter Johnson (1887-1946) dei Washington Senators e una stella emergente: George Herman "Babe" Ruth (1895-1948) dei Boston Red Sox (e successivamente i New York Yankees). Il baseball ha ricevuto un occhio nero nel 1919, quando diversi giocatori dei Chicago White Sox furono coinvolti nel "lanciare" (perdere intenzionalmente) le World Series per soldi; l'evento divenne noto come lo scandalo dei Black Sox.

A parte il baseball, gli sport professionistici americani erano appena iniziati negli anni '1910. L'hockey professionistico iniziò nel 1911 con la fondazione della Pacific Coast Hockey League, che oscurò la nascente National Hockey League, fondata nel 1917. Anche le corse automobilistiche ottennero una spinta nel decennio con la fondazione della 500 Miglia di Indianapolis. Ray Harroun (1879 –1968) ha vinto la gara iniziale, e il premio di $ 10,000, facendo una media di 74.6 miglia orarie. Anche le corse di cavalli hanno guadagnato rispettabilità nel decennio grazie all'introduzione della Triple Crown, una serie di corse di cavalli che includevano la corsa più famosa di tutte, il Kentucky Derby.

Il college football continuò ad essere lo sport per spettatori autunnali più popolare, con Notre Dame che divenne una squadra dominante nel decennio dietro al gioco di Knute Rockne (1888-1931), che divenne l'allenatore della squadra alla fine del decennio. Il calcio professionistico era ancora limitato a un piccolo campionato nel Midwest. A differenza del baseball professionistico, i primi campionati di calcio professionistici consentivano ai giocatori di colore di partecipare, e diversi giocatori di colore hanno recitato nelle prime squadre. Il nativo americano Jim Thorpe (1888-1953) fu la star del decennio nel calcio professionistico, e tale rimase negli anni '1920.

Il pugile nero Jack Johnson (1878-1946) ha continuato il suo regno come campione dei pesi massimi in questo decennio, facendo infuriare i fan razzisti della lotta bianca che non sopportavano l'idea di un uomo di colore in una posizione di dominio. Johnson alla fine perse il titolo contro il pugile bianco Jess Willard (1883–1968) nel 1915. Nel 1919, un nuovo campione, Jack Dempsey (1895–1983), prese la corona. Dempsey sarebbe diventato il pugile più celebre degli anni '1920. Anche altri sport hanno guadagnato partecipanti nel decennio. Il golf e il tennis, una volta giochi delle classi superiori, divennero popolari tra la classe media americana. Il campione di golf Walter Hagen (1892–1969) divenne una celebrità minore.

I giovani americani hanno anche apprezzato alcuni nuovi affascinanti giocattoli e giochi in questo decennio. Sia Tinkertoys che Erector Sets hanno permesso ai bambini di creare giocattoli modellati sulle innovazioni dei loro giorni: automobili e grattacieli. Altri bambini hanno giocato con le bambole Raggedy Ann e Andy. Ciascuno di questi giocattoli è rimasto in produzione all'inizio del XXI secolo.