Anni ‘1900: cultura della stampa

In un'epoca in cui la radio e la televisione attiravano l'attenzione degli americani, la lettura era una delle attività del tempo libero più popolari. Gli scrittori e gli editori americani hanno sfornato una varietà di materiale di lettura per soddisfare i gusti di ogni lettore, dai fumetti alle riviste, dai romanzi da dieci centesimi ai classici.

Il fumetto è stato creato poco prima della fine del secolo, quando Richard Outcault (1863-1928) ha creato un personaggio noto come Yellow Kid in una serie nota come Hogan's Alley. Successivamente strisce come I Katzenjammer Kids con Mutt e Jeff hanno reso caratteristiche come i palloncini con le parole, un caratteristico cast di personaggi e l'uso di una serie di pannelli le convenzioni comuni del fumetto. Tuttavia, nel 1908 c'erano solo cinque giornali che gestivano fumetti quotidiani.

Sebbene le riviste - raccolte di narrativa e saggistica spesso pubblicate su un programma settimanale o mensile - fossero in circolazione da molti anni, la cosiddetta "rivoluzione delle riviste" del 1893 rese possibile la produzione di un numero enorme di riviste e la vendita a pochissimo denaro, a volte anche un centesimo, un problema grazie al sostegno finanziario degli inserzionisti. Nel 1900, riviste come Argosy, Cosmopolitan, i Ladies 'Home Journal, McClure's, Munsey's, i Saturday Evening Post, e altri sono stati letti da milioni di lettori. Gli inserzionisti americani cercavano con entusiasmo spazio in queste riviste, poiché fornivano il miglior modo possibile per raggiungere il maggior numero di potenziali consumatori.

Gli stessi progressi tecnologici nella stampa che hanno consentito la diffusione della rivista di massa hanno anche stimolato le vendite del romanzo da dieci centesimi di dollaro, un libro tascabile prodotto a buon mercato che viene venduto per un centesimo. I romanzi da dieci centesimi di dollaro erano solitamente scritti da scrittori sconosciuti che lavoravano secondo schemi forniti dall'editore; le storie coinvolgevano romanticismo, mistero e avventura. I western erano una delle forme più popolari. Sebbene non scrisse romanzi da dieci centesimi, Jack London (1876-1916) scrisse storie d'avventura ambientate in mare o in Occidente, ei suoi libri vendettero milioni. Londra era considerata da molti all'epoca uno scrittore "hacker", uno scrittore che scrive solo per fare soldi o che scrive più e più volte allo stesso modo, quasi usando una formula. Oggi, Londra è considerata uno dei maggiori romanzieri americani e viene letta ampiamente nelle scuole.