Andrew mcnaughton

Andrew McNaughton (1887-1966) era del Canada soldato più importante del 20 ° secolo. DopoMcNaughton della seconda guerra mondiale servì in una varietà di capacità politiche e diplomatiche.

Andrew George Latta McNaughton è nato il 25 febbraio 1887 a Moosomin, North West Territories (ora Saskatchewan), Canada. Si arruolò nella riserva dell'esercito nel 1909 e nel 1914 comandò la 3a Field Battery a Montreal mentre faceva ricerca accademica e insegnava ingegneria elettrica alla McGill University.

Combatté come artigliere con il Corpo canadese sul fronte occidentale durante la prima guerra mondiale.In una guerra in cui l'artiglieria divenne il braccio dominante, McNaughton attirò l'attenzione e ottenne un progresso costante in gran parte sulla base delle sue capacità organizzative e dell'applicazione dei principi scientifici a tecniche come il sound range e il fuoco di sbarramento. Due volte ferito, tre volte menzionato nei dispacci, alla fine della guerra era stato insignito del Distinguished Service Order (DSO) ed era un generale di brigata.

Là la carriera militare di McNaughton potrebbe essere finita, ma il suo vecchio comandante del Corpo canadese, il generale Sir Arthur Currie, lo convinse a unirsi all'esercito permanente. Presto divenne vice capo dell'esercito, portando le sue abilità scientifiche su un sistema di segnali radio del nord utilizzando tecniche di rilevamento migliorate basate sulla fotografia aerea e il cercatore di rilevamento a raggi catodici, una componente essenziale di quello che sarebbe diventato radar. Divenne capo di stato maggiore il primo giorno del 1929, dominando i suoi colleghi dell'establishment militare, come dice un autore, "come una grande quercia domina una macchia boschiva".

Nel 1930 un governo conservatore salì al potere sotto un ammirato RB Bennett, e McNaughton estese la sua influenza a tutta l'Ottawa ufficiale. Durante i giorni peggiori della Depressione ha dominato numerosi comitati, ha gestito il programma governativo di aiuto alla disoccupazione e ha indagato su un sistema marittimo di St. Lawrence. In qualità di capo consigliere militare di un governo in difficoltà, tuttavia, non fu in grado di portare avanti grandi riforme o rafforzare le forze armate canadesi. Il suo commiato nel 1935 era un memorandum sullo stato basso delle difese del paese. La presidenza del Consiglio nazionale delle ricerche è stata successiva, McNaughton si è immerso nei problemi di preparazione per una guerra scientifica che sembrava dover arrivare tra non molto.

Quando scoppiò di nuovo la guerra, McNaughton fu scelto come comandante della divisione canadese che fu inviata in Inghilterra nel dicembre 1939. Sembrava la parte. McNaughton, ha scritto un giornalista, "era la risposta alla preghiera di un propagandista. La sua testa grigio ferro, miracolosamente fotogenica, era l'epitome della lotta all'ultimo sangue. Ha giocato se stesso e la sua mano in modo uniforme, fino in fondo". Era un ottimo allenatore e motivatore, costruendo la sua forza in forza militare nel 1942 mentre lanciava un'ampia varietà di innovazioni tecnologiche. McNaughton era appassionato del suo esercito e dei suoi uomini, e loro ricambiarono il suo affetto. Ha parlato spesso ed eloquentemente della necessità di un controllo nazionale delle forze armate canadesi. Quella, soprattutto per un paese giovane, era la prova del fuoco della sovranità.

McNaughton aveva dei punti deboli e la sua visibilità assoluta li rendeva più evidenti. Il suo giudizio, ha detto un importante storico, non è mai stato uguale al suo intelletto. Il compromesso non è stato facile. Il suo nazionalismo ha fatto nemici tra i politici canadesi e i burocrati militari. Lavorava troppo e, con la sua salute in questione, le riserve britanniche sulle sue qualità di comandante divennero impossibili da ignorare. Si è dimesso nel dicembre 1943. "Se McNaughton si sarebbe dimostrato un comandante efficace sul campo può essere discutibile", ha scritto il teorico militare britannico Sir Basil Liddell Hart, "ma era certamente un soldato di visioni e abilità eccezionali che ha colto le condizioni di guerra moderna prima e in modo più completo della maggior parte ".

Il prestigio di McNaughton, non da ultimo con il primo ministro in tempo di guerra Mackenzie King, non era diminuito. Un membro del suo staff in Inghilterra ha catturato la sensazione diffusa: "con la sua forza di carattere e l'elettricità della personalità, McNaughton era arrivato a simboleggiare il Canada e il suo posto sia nella guerra che nel mondo". Non era quindi una sorpresa che fosse la scelta di King come prossimo governatore generale del Canada. Sarebbe diventato il primo capo di stato nativo - tutto il resto era stato britannico - se non fosse stato per il desiderio del governo di evitare l'introduzione della coscrizione all'estero, cosa che lo portò nel gabinetto come ministro della difesa nazionale alla fine del 1944. La sua carriera politica fu breve, infelice e incline agli incidenti. Non riuscì completamente a scongiurare la coscrizione e fu sconfitto due volte da nullità nel tentativo di ottenere un seggio parlamentare.

McNaughton non aveva ancora finito. Appena una settimana dopo aver lasciato la politica nell'estate del 1945, fu nominato presidente della sezione canadese del Consiglio congiunto permanente Canada-Stati Uniti per la difesa. Ha ricoperto quella carica fino al 1959, e una simile dal 1950 al 1962 in un altro organismo canadese-americano, la International Joint Commission; ha combinato questi ruoli con buoni risultati nel contribuire a garantire l'accordo finale sul St. Lawrence Seaway. Alla fine degli anni Quaranta trascorse un periodo come presidente dell'Atomic Energy Control Board of Canada e come delegato permanente del paese alle Nazioni Unite. Con la sua conoscenza e il suo zelo per la scienza a portata di mano, era un duro negoziatore e un convinto difensore dell'indipendenza canadese. Si è dimostrato anche un abile diplomatico.

Dopo 53 anni ininterrotti nel servizio pubblico del Canada, McNaughton trascorse l'ultimo periodo della sua vita in una lotta totale per la salvaguardia delle risorse naturali canadesi e contro il trattato del fiume Columbia. Il suo patriottismo, come scrisse il suo biografo, ardeva più intensamente che mai.

Ulteriori letture

Ulteriori informazioni su McNaughton possono essere trovate in John Swettenham, McNaughton, 3 voll. (Toronto, 1968-1969); James Eayrs, In difesa del Canada, Vols. I-III (Toronto, 1965-1972); John Holmes, La formazione della pace (Toronto, 1979-1982); Douglas LePan, Vetro luminoso della memoria (Toronto, 1979); e CP Stacey, Un appuntamento con la storia (Ottawa, 1983). □