Ammutinamento della linea del New Jersey

Ammutinamento della linea del New Jersey. 20-27 gennaio 1781. I due reggimenti della brigata del New Jersey riorganizzata erano nei quartieri invernali a Pompton, New Jersey, con un piccolo distaccamento a Suffern, New York, quando l'ammutinamento della Pennsylvania Line iniziò il 1 ° gennaio. Il generale di brigata Anthony Wayne ordinò una parte della brigata a sud, e alla fine si accamparono a Chatham sotto il comando di Elias Dayton. La parte della brigata rimasta a Pompton era comandata dal colonnello Israel Shreve. Avendo le stesse lamentele dei regolari della Pennsylvania, gli uomini della Brigata Jersey seguirono gli sviluppi dell'ammutinamento della Pennsylvania con avida attenzione. Anche dopo che il New Jersey ha concesso ai suoi uomini alcuni dei benefici ottenuti dalle truppe della Pennsylvania, il 20 gennaio scoppiò un ammutinamento a Pompton. Per molti versi sembrava una ripetizione su piccola scala della performance appena conclusa. Diverse centinaia di uomini hanno lasciato il loro campo a Pompton e si sono diretti a Chatham. Shreve li seguiva, proprio come Wayne aveva seguito i Pennsylvaniani. Dayton riuscì a disperdere gran parte del suo distaccamento prima che gli ammutinati di Pompton arrivassero il 21 gennaio, quindi solo poche reclute furono acquisite a Chatham. Dopo due giorni disordinati il ​​gruppo Pompton accettò di seguire Shreve al campo, e agli uomini fu promesso il perdono se si fossero comportati successivamente.

Washington, nel frattempo, venne a conoscenza del nuovo disordine la sera del 21 gennaio e ordinò al maggiore generale William Heath nelle Highlands di mettere a disposizione cinque o seicento truppe buone per eliminarlo. Mise il maggiore generale Robert Howe al comando dell'operazione e gli disse di imporre la sottomissione incondizionata. Dopo una dura marcia nella neve profonda, le truppe provenienti da West Point raggiunsero Ringwood, nel New Jersey, il 25 gennaio. Qui furono raggiunti da altre unità affidabili e da tre cannoni. Washington arrivò a mezzanotte della notte successiva e Howe guidò il suo comando un'ora dopo.

Le truppe a Pompton, a otto miglia di distanza, divennero di nuovo disordinate subito dopo il loro ritorno da Chatham. Hanno obbedito ad alcuni ufficiali ma non ad altri. I sergenti George Grant, Jonathan Nichols e John Minthorn erano stati i leader nominali della rivolta originale (sebbene apparentemente fossero stati costretti dai loro uomini ad assumere la leadership); I sergenti David Gilmore (o Gilmour) e John Tuttle furono i più vistosi agitatori dei disordini successivi.

Con alcuni fondati dubbi sul fatto che le sue truppe del Massachusetts, Connecticut e New Hampshire avrebbero fatto il loro dovere, Howe circondò l'accampamento di Pompton prima dell'alba del 27 gennaio. Con i tre cannoni in bella vista delle capanne, Howe mandò a dire che gli ammutinati si radunassero senza armi. Dopo qualche esitazione hanno obbedito.

Gli ufficiali della brigata del New Jersey hanno presentato i nomi dei peggiori trasgressori e tra questi candidati ne hanno selezionati uno per ogni reggimento (compreso un veterano del Terzo New Jersey, che era stato sciolto il 1 ° gennaio nella riorganizzazione). Grant, Gilmore e Tuttle furono nominati, processati sul posto e condannati a essere fucilati immediatamente. Gli ultimi due furono giustiziati da una squadra di fuoco formata da altri dodici ammutinati che erano stati nominati colpevoli di spicco. Grant fu rimproverato all'ultimo minuto; Van Doren commenta che "si è tentati di immaginare che potrebbe essere stato privato da Shreve a non preoccuparsi del processo e della sentenza" (Ammutinamento a gennaio, p. 223). Un diario tenuto da un contemporaneo, il dottor Thacher, che ha visto i processi e le esecuzioni, non dà alcuna indicazione che sospettasse che il caso di Grant fosse truccato.