Amadou bamba

Il leader religioso senegalese Amadou Bamba (1850-1927) è stato il fondatore dei Mourides, la confraternita islamica africana più forte e influente dell'Africa nera.

Amadou Bamba è nato a M'Backe, in Senegal, da una famiglia wolof di origini Toucouleur, figlio di un santo e insegnante islamico minore. Personalità carismatica, Bamba ha contribuito alla conversione di massa dei popoli Wolof dal paganesimo tribale all'Islam alla fine del XIX secolo, diventando il fondatore e il marabout della setta dell'Islam Mouride. Molti senegalesi guardavano alla confraternita Mouride per la leadership e l'organizzazione nella lotta contro gli invasori coloniali. Temendo una guerra santa contro gli europei sotto la guida ispirata di Bamba, i francesi lo esiliarono in Gabon dal 19 al novembre 1895, e di nuovo in Mauritania dal giugno 1902 al 1903.

Dopo il 1911, tuttavia, la paura di una rivolta popolare in Senegal diminuì ei francesi iniziarono a considerare Bamba sotto una nuova luce. Su sua richiesta, migliaia di suoi seguaci si offrirono volontari per l'esercito francese e lavorarono per aumentare la produzione agricola durante la prima guerra mondiale. Nel 1919 Bamba fu nominato cavaliere della Legion d'Onore. Fino alla sua morte nel 1927, tuttavia, non gli fu mai più permesso di tornare definitivamente al villaggio santo dove si era convinto della sua vocazione, e rimase sempre sotto una nuvola di sospetti. In Senegal, i nazionalisti hanno rivalutato il suo ruolo storico e ora lodano Bamba per la sua precoce resistenza al regime coloniale.

Bamba era una leggenda ai suoi tempi a causa dei suoi poteri mistici e del suo comportamento santo. Due aspetti del suo credo influenzarono potentemente la forza e la devozione del suo seguito. Una era la convinzione che ogni Mouride che avesse lavorato per il suo marabout e gli avesse dato la decima sarebbe andato in paradiso a causa dell'intervento personale del marabout; non ci sarebbe stato bisogno che la persona facesse altro per la propria salvezza, anche se avesse peccato. L'altro aspetto era la dottrina secondo cui il lavoro era come la preghiera e santificava l'individuo. Questa convinzione ha provocato uno zelo calvinista per il duro lavoro che ha reso la confraternita Mouride un tremendo alleato delle forze economiche più potenti dell'Africa occidentale.

Ulteriori letture

Un'opera in francese, E. Marty, Studi sull'Islam in Senegal (1917), fornisce il resoconto più antico e completo di Bamba e dei Mourides. L'amministrazione francese ha utilizzato lo studio come base della propria politica. In inglese vedi John Spencer Trimingham, Islam in Africa occidentale (1959); Martin A. Klein, Islam e imperialismo in Senegal: Sine-Saloum, 1847-1914 (1968); e Donald B. Cruse O'Brien, I Mourides del Senegal (1971). □