Alhaji sir ahmadu bello

Il leader politico nigeriano Alhaji Sir Ahmadu Bello (1909-1966) è stato il principale portavoce del Nord durante la spinta della Nigeria per ottenere l'indipendenza dagli inglesi.

Ahmadu Bello è nato a Rabah, nello stato del nord ovest, discendente di Uthman don Fodio, il famoso leader musulmano del 19 ° secolo della Nigeria settentrionale. Bello ha ricevuto la sua istruzione prima alla scuola provinciale di Sokoto, poi al Katsina Teacher Training College. Nel 1934, dopo aver insegnato per diversi anni nella scuola media di Sokoto, entrò nell'amministrazione dell'emirato come capo distretto di Rabah. Nel 1938 rivendicò senza successo la carica di sultano di Sokoto. Il nuovo sultano gli conferì immediatamente il titolo tradizionale, ora onorario, di sardauna e lo elevò al Consiglio delle autorità native di Sokoto.

Mentre la seconda guerra mondiale volgeva al termine, Bello fu coinvolto in preoccupazioni politiche più ampie. Nel 1945 ha assistito alla formazione del Circolo Sociale Giovanile a Sokoto, un gruppo di discussione di educatori del Nord e funzionari pubblici. Nel 1948 questa organizzazione si è affiliata al neo fondato Northern People's Congress (NPC), originariamente concepito come organizzazione culturale ma destinato a diventare il principale partito politico nel nord della Nigeria. Bello è diventato sempre più attivo nell'NPC e, infine, nel suo presidente. Nel 1949 fu eletto dall'Autorità dei nativi di Sokoto alla Camera dell'Assemblea del Nord. Durante le discussioni 1949-1950 sulla riforma costituzionale divenne un importante portavoce della visione settentrionale del governo federale. Nel 1952 alle prime elezioni tenutesi nel nord della Nigeria, fu eletto alla Camera dell'Assemblea del Nord, dove divenne membro del consiglio esecutivo regionale e ministro dei lavori. L'anno successivo ha accettato il portafoglio regionale di sviluppo comunitario e governo locale. Nel 1954 divenne il primo premier della Nigeria settentrionale, carica che mantenne fino alla morte.

In qualità di presidente dell'NPC e premier della regione settentrionale, Bello era forse la persona politicamente più potente in Nigeria durante i primi 5 anni di indipendenza. Nonostante ciò, il suo ruolo nella politica nazionale è rimasto anomalo. Aveva un espresso disgusto per lo stile politico del sud e non aveva alcun desiderio di partecipazione al governo federale, che avrebbe richiesto la sua residenza a Lagos. Sebbene abbia partecipato a discussioni nazionali sulla riforma costituzionale e dal 1952 al 1959 sia stato membro della Camera Federale dei Rappresentanti, si è preoccupato principalmente dello sviluppo del Nord e della protezione di quella regione da quelle che considerava incursioni meridionali. Pertanto, quando la Nigeria divenne indipendente nel 1960, Bello scelse di rimanere premier della regione settentrionale, mentre il vicepresidente dell'NPC, Alhaji Sir Abubakar Tafawa Balewa, divenne primo ministro della Federazione.

Nel 1964 Bello guidò l'NPC in un'alleanza con il Partito democratico nazionale nigeriano (NNDP) della regione occidentale. Il partito di coalizione, chiamato Nigerian National Alliance, vinse una netta maggioranza alle elezioni federali del 1964. Nell'autunno del 1965 il NNDP rivendicò la vittoria in un'elezione regionale molto contesa e la regione occidentale cadde nel caos. Il tentativo di Bello di sostenere i suoi alleati politici in questa occasione fu la causa immediata, anche se non unica, di un tentativo di colpo di stato nel gennaio 1966, durante il quale Bello fu assassinato.

Ulteriori letture

L'unico libro che tratta specificamente della vita di Bello è la sua autobiografia, La mia vita (1962). Sebbene questo non sia un resoconto obiettivo, è eccellente nel rivelare la visione di Bello del suo ruolo nello sviluppo politico nigeriano. Una discussione sul Congresso del Popolo del Nord e sul ruolo di Bello in esso può essere trovata in Richard Sklar, Partiti politici nigeriani: potere in una nazione africana emergente (1963).

Fonti aggiuntive

Sir Ahmadu Bello: un'eredità, Jos: ITF Printing Press, 1992.

Paden, John N., Ahmadu Bello, Sardauna di Sokoto: valori e leadership in Nigeria, Londra: Hodder e Stoughton; Portsmouth, NH: distribuito negli USA da Heinemann Educational Books, 1986. □