Æthelred ii

Æthelred II († 1016), re d'Inghilterra (978-1016). Æthelred Unræd, il 'non pronto', o più precisamente il 'sconsiderato', perse la sua regalità 1013-14, quando il re danese, Sweyn Forkbeard, lo costrinse all'esilio in Normandia, la casa della sua seconda moglie Emma, ​​che Æthelred aveva sposato nel 1002. Il cronista anglosassone che compose un resoconto completo alla fine del regno di Aethelred era fortemente prevenuto contro il re, dipingendo un quadro cupo di impotenza, esitazione e tradimento. Gli approcci moderni sono stati più gentili, rilevando solide prove di un governo efficace nella sfera legale e finanziaria e indicando gli elementi culturali e religiosi di forza in un periodo che ha prodotto in Ælfric il maestro più raffinato della prosa inglese antico e in Wulfstan, vescovo di Worcester e arcivescovo di York, uno dei più competenti statisti e artefici del diritto secolare ed ecclesiastico. Nessuno nega i periodi di incompetenza politica in particolare più tardi durante il regno, dopo il 1006, quando thelred si affidava troppo ai consigli del perfido ealdorman Eadric Streona. Fu davvero la profonda sfortuna del re che, nessun capo militare in persona, dovette affrontare un nuovo assalto vichingo che raggiunse il culmine dopo la sconfitta e la morte dell'ealdormano Byrhtnoth nella battaglia di Maldon nel 991. Questo fu seguito da tentativi di riscatto. i danesi dal pagamento di somme immense come Danegeld, una linea d'azione suggerita dall'arcivescovo Sigerico. Nel 10,000 furono loro pagate 993 sterline e ulteriori somme immense furono riscosse sporadicamente durante il regno, un ironico tributo all'efficienza degli esattori delle tasse di Æthelred. Reazioni sporadiche e violente si verificarono anche quando il giorno di San Brice, il 13 novembre 1002, Æthelred ordinò che "tutti gli uomini danesi in Inghilterra" fossero uccisi. Nelle fasi successive del regno le cose sono sfuggite completamente di mano, nonostante il coraggio di singoli leader come Ulfketel, ealdorman dell'East Anglia, e Edmund Ironside, figlio e successore di Æthelred. Ælfheah, arcivescovo di Canterbury, fu martirizzato dai danesi nel 1012, e il successo di Sweyn l'anno successivo può essere attribuito in parte alla stanchezza della guerra inglese e al disincanto verso i loro leader naturali. Dopo la morte di Sweyn, Æthelred fu richiamato con la promessa di governare in modo giusto e di istituire riforme, ma morì il 23 aprile 1016 a Londra, a sua volta minacciata dall'esercito invasore e infine vittorioso di Cnut.

Henry Loyn