Adolf augustus berle jr

Adolf Augustus Berle, Jr. (1895-1971), era un educatore, un diplomatico, un funzionario del governo e un provocatorio interprete dell'economia aziendale degli Stati Uniti.

Adolf Berle è nato a Boston, Massachusetts, il 27 gennaio 1895. Ha conseguito la laurea presso l'Harvard College nel 1913 e il master nel 1914. Successivamente è entrato nella Harvard Law School, dalla quale ha conseguito la laurea nel 1916, presso all'età di 21 anni.

Anni di servizio pubblico

Dopo un anno di pratica legale a Boston, seguito da un anno con la commissione degli Stati Uniti per negoziare la pace con la Germania, Berle si trasferì a New York City nel 1919 per diventare un membro dello studio legale di Berle, Berle e Brunner, dove rimase, prendendo frequenti permessi per il servizio pubblico e diplomatico. È stato professore di diritto societario presso la facoltà della Columbia Law School dal 1927 fino a quando si è ritirato da professore emerito nel 1964. È stato membro del consiglio di amministrazione di istituzioni pubbliche, civiche ed educative come SuCrest e il Twentieth Century Fund of New York City ed École de l'Europe Libre, Francia. Fu anche ciambellano di New York City nel 1934-1938.

Nel 1933 iniziò una lunga e illustre carriera di incarichi governativi di alto livello. Era un membro dell'originale "brain trust" nei primi anni della prima amministrazione del presidente Franklin Roosevelt. Ha servito come consigliere speciale per la Reconstruction Finance Corporation (1933-1938), assistente segretario di stato (1938-1944), ambasciatore degli Stati Uniti in Brasile (1945-1946), presidente della Task Force sull'America Latina (1961) e consulente del segretario di stato (1961-1962). Ad intervalli durante questo periodo ha anche servito come delegato degli Stati Uniti alla Conferenza interamericana per il mantenimento della pace (Buenos Aires, 1936-1937); e due conferenze panamericane (Lima, Perù, 1938; L'Avana, Cuba, 1940). È stato presidente della Conferenza internazionale sull'aviazione civile e presidente della delegazione americana (Chicago, 1944). Berle morì a New York City il 17 febbraio 1971.

Struttura dell'economia americana

Le opere accademiche di Berle includono numerosi testi di diritto, commenti legali, sociali ed economici e trattati sull'economia aziendale degli Stati Uniti. Di gran lunga le più note e citate di queste opere sono The Modern Corporation e proprietà privata (1932, scritto in collaborazione con Gardiner Means), La rivoluzione capitalista del XX secolo (1954), e Potenza senza proprietà (1959).

In The Modern Corporation, Berle and Means ha presentato un'analisi della struttura dell'economia americana, mostrando che i mezzi di produzione erano altamente concentrati nelle mani delle più grandi 200 società, che questa concentrazione era in aumento e che all'interno delle grandi società che così dominavano l'economia lì era un chiaro distacco tra proprietà e controllo. Poiché il sistema legale americano della proprietà privata si era basato sul presupposto che coloro che possedevano una proprietà possedessero i diritti e il potere di usarli a proprio vantaggio, la tesi di Berle e Means ha messo seriamente in discussione l'operatività del sistema legale su cui il l'economia dell'impresa privata era stata costruita.

Nei due volumi successivi Berle ha avanzato la tesi complementare che la gestione di grandi imprese aziendali, oltre ad essere stata liberata dal controllo dei proprietari di società (azionisti), aveva acquisito un potere sufficiente per essere liberata anche dalle forze di mercato della concorrenza. Ha concluso, quindi, che gran parte della teoria economica relativa al funzionamento del mercato, che serviva da fondamento logico per l'economia di mercato della libera impresa, era stata resa obsoleta dall'accumulo di immenso potere nelle mani del management aziendale. Questa tesi provocatoria ha generato molto dibattito tra economisti e studiosi di diritto, un dibattito che continua ancora.

Ulteriori letture

I riferimenti al lavoro di Berle si trovano in numerose discussioni sull'economia americana. Il sistema economico americano: un'antologia di scritti riguardanti l'economia americana, compilato da Massimo Salvadori (1963), contiene un'utile sezione sull'analisi di Berle della società moderna. Vedi anche George A. Steiner, Il ruolo del governo nella vita economica (1957) e Peter d'A. Jones, Ricchezza dell'America (1963).

Fonti aggiuntive

Schwarz, Jordan A., Liberale: Adolf A. Berle e la visione di un'era americana, New York: Free Press; Londra: Collier Macmillan, 1987. □