Abu bakr muhammad ibn zakariya al-razi

di 865-925

giudice

Uomo rinascimentale . Con la diffusione dell'Islam, si sviluppò un gruppo di dotti studiosi musulmani la cui fama si diffuse da Baghdad alle università d'Europa. Nel mondo musulmano un tale studioso è chiamato a Hakim —Una parola che deriva da saggezza (saggezza). UN Hakim doveva essere uno studioso di religione e filosofia, uno scrittore, un insegnante e uno scienziato. Poiché il fulcro dell'istruzione superiore musulmana era sulla medicina e sulla legge, si presumeva che tutto hakims erano anche medici e giudici competenti. Conosciuto come Rhaz in Occidente, al-Razi è stato definito il capo medico incontrastato dei musulmani e il genio più brillante del Medioevo. Ha scritto libri di filosofia, logica, astronomia, matematica, fisica, medicina e musica.

Vita . Al-Razi nacque nell'864 in Persia, vicino all'attuale città di Teheran. Aveva una vasta gamma di interessi che includevano matematica, musica, filosofia, chimica, etica e soprattutto medicina. Era anche un musicista affermato specializzato nel suonare il ud, che è un precursore della chitarra. In tenera età, al-Razi ha mostrato un forte interesse per le arti curative. Si è recato nella città di Baghdad, allora il centro delle borse di studio e degli studi medici musulmani. Mentre era a Baghdad, ha scritto il suo libro più noto, Kitab al-Mansuri (Libro di Mansur), che ha dedicato al sovrano che ha sostenuto molti dei suoi sforzi accademici. Alla fine Al-Razi tornò in Persia, dove morì nel 925. Con la diffusione della fama di al-Razi, molti studenti percorsero lunghe distanze per studiare medicina sotto di lui. Come l'antico medico greco Ippocrate, al-Razi sollecitò l'abilitazione e l'addestramento formale di tutti coloro che entrano nel campo medico. Ha invitato i medici a vivere, mangiare e vestirsi in modo semplice per servire da modello ai loro pazienti.

scritti . Si dice che Al-Razi abbia scritto 184 libri, ma solo pochi sopravvivono. Ha studiato gli scritti degli antichi medici greci, li ha tradotti in arabo, ha corretto i loro errori e li ha ampliati con conoscenze mediche non disponibili per i greci. Il suo Kitab al-Mansuri include descrizioni dettagliate dell'anatomia umana e delle malattie e delle loro cure. Questo libro collega anche le lesioni della colonna vertebrale e del cervello alla paralisi di varie parti del corpo. Dopo che è stato tradotto in latino come Assistenza medica gratuita per Almansorcm nel XII secolo divenne un testo medico estremamente influente nelle università europee. Un altro importante lavoro di al-Razi, tradotto all'incirca nello stesso periodo, è al-Hawi (tradotto in latino come Continente], un'enciclopedia in venti volumi della conoscenza medica che circolava in diverse versioni latine a causa della sua popolarità negli ambienti medici europei. Il suo Kitab al-jadari wal-hasbah (Trattato sul vaiolo e il morbillo) divenne noto anche in Europa dopo essere stato tradotto in latino come la peste.