Abdul rahman tunku

Conosciuto come "il Tunku" in Malesia, Tunku Abdul Rahman (1903-1990) è stato il primo primo ministro della Federazione della Malesia e poi della Malesia. Era considerato il "padre della nazione".

Per decenni i malesi si sono riferiti al primo primo ministro del loro paese, Tunku Abdul Rahman, semplicemente come "il Tunku". Il titolo, che letteralmente significa "mio signore", è condiviso da molti altri aristocratici malesi; ma è una chiara indicazione della sua statura di "padre della nazione" che solo Tunku Abdul Rahman è "il Tunku".

Tunku Abdul Rahman aveva 54 anni quando, il 31 agosto 1957, accettò dai documenti rappresentativi della regina che concedevano formalmente l'indipendenza e la sovranità alla Federazione della Malesia. La sua vita fino a quel momento lo aveva preparato bene per una posizione di leadership nazionale. Suo padre era il sultano Abdul Hamid Halim Shah, il cui regno ad Alor Star, capitale dello stato di Kedah, durò 61 anni.

Kedah è uno dei nove stati malesi che la Gran Bretagna aveva controllato, insieme allo "Stretto di insediamenti" di Singapore, Malacca e Penang, dall'inizio del XIX secolo. A sostegno del loro obiettivo di sviluppare miniere di stagno e piantagioni di gomma, gli inglesi incoraggiarono l'immigrazione di lavoratori dalla Cina e dall'India proteggendo la cultura e le istituzioni indigene malesi. Questa politica paternalistica ha permesso a Tunku Abdul Rahman di studiare a Cambridge per la maggior parte dei 19 anni, a partire da quando ne aveva 12.

Mentre in Inghilterra il Tunku ha contribuito a stabilire e divenne segretario della Malay Society of Great Britain. Questa esperienza, e il suo successivo incarico presso il servizio civile statale di Kedah, predicevano la sua partecipazione al movimento nazionalista malese moderato e in lento sviluppo. Al ritorno nel 1949 da un altro soggiorno in Inghilterra, durante il quale completò i suoi studi legali, Tunku Abdul Rahman divenne presidente del Kedah Branch of the United Malays National Organization (UMNO), il partito politico che servì come principale veicolo di azione anticoloniale sentimento. Quando i Tunku accettarono la presidenza nazionale dell'UMNO nel 1951, divenne il principale esponente del nazionalismo malese.

Le tensioni comunitarie sono un problema persistente

Le grandi popolazioni cinesi e indiane della Malesia non sono state assimilate alla cultura malese e le difficili relazioni tra malesi, cinesi e indiani sono state un problema sociale fondamentale e persistente. Il Tunku è accreditato di ideare la formula con cui le organizzazioni politiche che rappresentano le comunità cinese e indiana si unirono all'UMNO per costituire il Partito dell'Alleanza. L'Alleanza, o, come venne chiamata dopo che altri partiti furono invitati ad aderirvi all'inizio degli anni '1970, il Fronte Nazionale, fu il partito di governo dopo l'indipendenza. La sua vittoria elettorale più unilaterale avvenne nel 1955 alle prime elezioni federali, quando 51 dei 52 rappresentanti eletti erano candidati dell'Alleanza.

Negli anni precedenti all'indipendenza, i Tunku furono coinvolti negli sforzi del governo per reprimere un'insurrezione comunista nota come "l'emergenza". Il fatto che il Partito Comunista Malese, che abbandonò le tattiche di guerriglia all'inizio degli anni '1960, avesse un'adesione prevalentemente cinese, aggravò le tensioni interetniche. Nel 1969 il conflitto comunale ribollente scoppiò quando, all'indomani delle elezioni parlamentari, bande di malesi e cinesi armati si attaccarono a vicenda e generalmente causarono notevoli danni alle proprietà e alcune perdite di vite umane. È stata la crisi più grave del mandato dei Tunku come primo ministro e ha descritto l'angoscia che gli ha causato nel suo libro 13 maggio: prima e dopo. Sebbene né lui né nessun'altra persona potesse costruire l'armonia razziale e prevenire la violenza, Tunku Abdul Rahman si è adoperato per la conciliazione. Come ha affermato un autorevole racconto, era "apprezzato e rispettato dai membri di tutte le comunità e considerato onesto, giusto e tollerante".

Affari esteri una delle principali attività

Una volta che la Malesia divenne indipendente, gli inglesi cercarono di disimpegnarsi dagli altri territori coloniali della regione. Nel 1963 era stato stabilito che questo sarebbe stato raggiunto attraverso il concetto di Malesia, che a quel tempo era stato fortemente sostenuto da Tunku Abdul Rahman. Nel settembre 1963 Malaya, Singapore, Sarawak e Sabah furono riunite nel nuovo stato-nazione della Malesia. In quella forma fu di breve durata, poiché la leadership dell'UMNO riteneva che l'élite politica ben organizzata di Singapore fosse eccessivamente ambiziosa. Nell'agosto 1965 i Tunku informarono prima Lee Kuan Yew, primo ministro di Singapore, e poi il parlamento malese che Singapore sarebbe stata separata dalla Malesia e sarebbe diventata uno stato nazionale indipendente.

Né la separazione di Singapore né l'aspra posizione anti-Malesia adottata dal presidente indonesiano Sukarno hanno impedito a Tunku Abdul Rahman di perseguire una politica di cooperazione regionale. Dopo aver partecipato alla fondazione dell'Associazione del Sud-Est asiatico nel 1961, i Tunku hanno sostenuto l'espansione dell'associazione nel 1967 per includere Singapore e l'Indonesia. L'organizzazione così formata, l'Associazione delle Nazioni del Sudest asiatico, si unì a quei due paesi con Malesia, Thailandia, Filippine e, successivamente, Brunei in un raggruppamento regionale vigoroso e duraturo. Inoltre, l'impegno del Tunku a una partecipazione costruttiva nel Commonwealth britannico e il suo interesse attivo per gli affari islamici internazionali hanno stabilito i parametri fondamentali della politica estera malese.

Nel 1970 Tunku Abdul Rahman cedette la guida dell'UMNO, e con essa la carica di primo ministro, al suo stretto collaboratore, Tun Abdul Razak. Dopo il suo ritiro, la capacità del Tunku di godersi alcune delle sue forme di svago preferite, come il golf e i viaggi, è stata compromessa da problemi fisici, ma ha provato un notevole piacere nel tempo trascorso con la sua famiglia. In qualità di "grande vecchio" degli affari pubblici malesi, ha anche fatto apparizioni pubbliche occasionali, come il suo discorso dedicato alla nuova sede della Malesia cinese, all'inizio del 1983. Ha anche scritto una colonna di giornale settimanale dal titolo "As I See It "e così ha continuato ad aumentare la sua enorme influenza sulla vita politica e sociale in Malesia.

Tunku, che ha guidato la Malaysia nella conquista dell'indipendenza dalla Gran Bretagna nel 1957 e ha servito per 13 anni come primo ministro, è morto il 6 dicembre 1990. Aveva 87 anni.

Ulteriori letture

Due resoconti biografici forniscono informazioni sui primi anni di vita e sulla carriera politica dei Tunku. Sono Harry Miller, Prince e Premier (1959) e Willard Hanna, Otto Nation Makers: statisti carismatici del sud-est asiatico (1964). Gli studi che descrivono la scena politica malese più in generale includono Gordon Means, Politica malese (1970), e RS Milne e Diane Mauzy, Malesia: tradizione, modernità e islam (1985). In attesa di una compilation dei Tunku Stella Colonne di giornale, il miglior scorcio dello stile personale e delle predisposizioni di Tunku è fornito dal suo libro 13 maggio-prima e dopo (1969). Il suo necrologio è apparso su diversi giornali tra cui il Los Angeles Times.