1815-1850: le arti: pubblicazioni

Henry Ward Beecher, Conferenze ai giovani uomini (Boston e Salem: John P. Jewett, 1844) —come molti “manuali di consulenza” contemporanei rivolti ai giovani uomini, le conferenze di Beecher mettevano in guardia i lettori sui pericoli morali che si trovano nei teatri, in alcuni libri e in altre forme di cultura urbana;

James Fenimore Cooper, The Pioneers; o, le Fonti del Susquehanna, un racconto descrittivo (New York: C. Wiley, 1823) - nel primo romanzo di successo di Cooper introdusse il suo famoso personaggio di Leatherstocking, Natty Bumppo, un uomo di frontiera solitario che occupava una via di mezzo tra i coloni bianchi ei nativi americani;

Andrew Jackson Downing, L'architettura delle case di campagna (New York: Appleton / Philadelphia: GS Appleton, 1850): l'ultimo e più completo libro del designer di paesaggi e case Downing. Downing sosteneva che una bella casa potesse essere moralmente edificante e includeva illustrazioni che mostravano una varietà di case e stili decorativi che potevano essere adattati secondo il gusto e il reddito;

Nathaniel Hawthorne, La lettera scarlatta (Boston: Ticknor, Reed & Fields, 1850) —un romanzo storico con sede nel New England che utilizzava la storia puritana per riflettere sulle difficoltà sociali e culturali del diciannovesimo secolo;

Washington Irving, Il taccuino di Geoffrey Crayon (New York: CS Van Winkle, 1819–1820) - una raccolta di saggi che mettono a confronto le usanze americane ed europee e diverse storie sui coloni nella valle del fiume Hudson, tra cui "The Legend of Sleepy Hollow" e "Rip Van Winkle";

Charles Edward Lester, ed., Gallery of Illustrious Americans; Contenente i ritratti e gli schizzi biografici di ventiquattro dei più eminenti cittadini della Repubblica americana, dalla morte di Washington. Da Daguerreotypes di [Mathew] Brady, —inciso da D'Avignon (New York: MB Brady, F. D'Avignon, CE Lester, 1850) - una serie di riproduzioni litografiche di fotografie di eminenti americani, inviate agli abbonati in tutto il paese;

Henry Wadsworth Longfellow, Evangeline; un racconto di Acadie (Boston: Ticknor, 1847) - I temi di Longfellow sulla sofferenza della pazienza e sui viaggi irrequieti attraevano allo stesso modo i lettori maschi e femmine; inoltre, la poesia funzionava come una sorta di diario di viaggio, descrivendo il paesaggio americano visto da Evangeline mentre cercava il suo Gabriel;

Herman Melville, Typee: uno sguardo alla vita polinesiana. Durante una residenza di quattro mesi in una valle delle Marchesi (New York: Wiley & Putnam, 1846) —un romanzo leggermente romanzato dei Mari del Sud che criticava implicitamente i valori americani attraverso il suo trattamento comprensivo della primitiva società insulare;

Anna Cora Mowatt, (New York: S. French, 1849) —Pubblicato come Standard Drama francese, n. 215, e rappresentata per la prima volta nel 1845, la popolare commedia di Mowatt affrontava la questione morale della virtù influenzata dall'influenza e rifletteva il conflitto tra piacere ed elevazione morale che infestava il teatro americano;

Edgar Allan Poe, Il corvo e altre poesie (New York: Wiley & Putnam, 1845);

Catharine Sedgwick, Hope Leslie; o, Early Life tra il Massachusetts (New York: White, Gallaher & White, 1827) - Il romanzo di Sedgwick sulla storia puritana del Massachusetts l'ha resa la prima donna americana a guadagnarsi da vivere scrivendo;

William Gilmore Simms, The Yemassee: A Romance of Carolina (New York: Harper, 1835);

William Walker, The Southern Harmony and Musical Companion. Contiene una raccolta scelta di brani, inni, salmi, odi e inni selezionati dai più eminenti autori negli Stati Uniti e ben adattati alle chiese cristiane di ogni denominazione, scuole di canto e società private (Philadelphia: EW Miller, 1835): il più influente inno "forma-nota", era popolare nel sud e nell'ovest.