1783-1815: impresa ed economia: pubblicazioni

John Frederick Amelung, Osservazioni sui produttori, principalmente sulla nuova serra stabilita, vicino a Frederick Town, nello stato del Maryland (Frederick, Md., 1788) - un immigrato e produttore tedesco chiede al governo degli Stati Uniti di incoraggiare l'industria concedendo monopoli a certe imprese;

Tenche Coxe, Un breve esame delle osservazioni di Lord Sheffield sul commercio degli Stati Uniti d'America (Philadelphia: Mathew Carey, 1791) —Coxe risponde agli argomenti di Lord Sheffield secondo cui la Gran Bretagna dovrebbe continuare a limitare il commercio americano;

Coxe, Un'indagine sui principi su cui fondare un sistema commerciale per gli Stati Uniti d'America (Filadelfia: stampato e venduto da Robert Aitken, 1787) —l'autore sostiene il controllo del Congresso sul commercio americano, sostenendo che l'agricoltura è la base della ricchezza americana; questo opuscolo è stato scritto per i membri della Convenzione costituzionale;

Coxe, Una dichiarazione delle arti e dei manufatti degli Stati Uniti d'America per l'anno 1810 (Filadelfia, 1814) - una discussione sulla produzione domestica, indotta dall'embargo del 1807 che escludeva le merci importate;

Samuel Freeman, Un prezioso assistente per ogni uomo; o, l'American Clerk's Magazine, seconda edizione (Boston: Isaiah Thomas e ET Andrews, 1795) —fornisce informazioni sui tassi di cambio di varie valute e banconote;

Albert Gallatin, Uno schizzo delle finanze degli Stati Uniti (New York: William A. Davis, 1796) —Il leader repubblicano e in seguito segretario del tesoro presenta un piano per il pagamento del debito nazionale;

Gallatin, Viste del debito pubblico, delle entrate e delle spese degli Stati Uniti (Filadelfia: Mathew Carey, 1801) - Il piano del Segretario del Tesoro Gallatin per il pagamento del debito nazionale in sedici anni;

Alexander Hamilton, L'argomentazione del Segretario del Tesoro sulla costituzionalità di una Banca nazionale (Filadelfia, 1791) - L'argomento di Hamilton secondo cui una banca nazionale è costituzionale;

John Holroyd, conte di Sheffield, Osservazioni sul commercio degli Stati americani con l'Europa e le Indie occidentali (Londra: J. Debrett, 1783) —Sheffield ha chiesto restrizioni britanniche contro il commercio americano, sostenendo che l'Inghilterra potrebbe impedire agli americani di raggiungere l'indipendenza economica;

Charles Jared Ingersoll, Una visione dei diritti e dei torti, del potere e della politica degli Stati Uniti d'America (Filadelfia, 1808) - un avvocato di Filadelfia ha approvato l'embargo di Jefferson come un modo per impedire agli Stati Uniti di svilupparsi in un paese industriale come l'Inghilterra;

Thomas Jefferson, Note sull'istituzione di un'unità monetaria e di una monetazione per gli Stati Uniti (Maryland, 1784) - La proposta di Jefferson di coniare monete americane piuttosto che fare affidamento sulla valuta europea;

Jefferson, Osservazioni sulla pesca delle balene (Parigi: stampato da Jacques-Gabriel Clousier, 1788) —come ministro americano in Francia, Jefferson scrisse uno studio dettagliato sulla caccia alle balene per convincere i francesi del valore del commercio americano;

George Logan, Cinque lettere, indirizzate alla Yeomanry degli Stati Uniti, contenenti alcune osservazioni sul pericoloso schema del governatore Duer e del signor Segretario Hamilton, per stabilire le manifatture nazionali (Filadelfia: Eleazer Oswald, 1792) - un attacco alla Società di Hamilton per le manifatture utili;

Logan, Una lettera ai cittadini della Pennsylvania, sulla necessità di promuovere l'agricoltura, i manufatti e le arti utili (Lancaster, Penn .: W. & R. Dickson, 1800) - sebbene Logan si oppose al sistema industriale di Hamilton, invocò una produzione domestica che si adatterebbe all'ideologia repubblicana;

James Richardson, Un'orazione, che descrive l'influenza del commercio, sulla prosperità, il carattere e il genio delle nazioni (Boston: Russell & Cutler, 1808) —un discorso alla Phi Beta Kappa Society di Cambridge che attaccava l'Embargo per aver distrutto il commercio, che era la fonte dell'industria, delle imprese e della civiltà;

James Sullivan, The Path to Riches: an Inquiry in the Origin and Use of Money; e nei Principles of Stocks and Banks (Boston: I. Thomas & ET Andrews, 1792) — esorta gli americani a scegliere il commercio onesto piuttosto che attività corrotte o avide;

Thomas Thacher, I principi e le massime da cui dipendono la sicurezza e la felicità di una Repubblica (Boston: Munroe e French, 1811) — un pastore del New England attacca le politiche commerciali dell'amministrazione Madison;

Pelatiah Webster, Saggi politici sulla natura e il funzionamento del denaro, delle finanze pubbliche e altri argomenti: pubblicati durante la guerra americana e continuati fino all'anno presente, 1791 (Filadelfia: Joseph Crukshank, 1791) - un ex ecclesiastico diventato commerciante si oppone alla carta moneta a favore di un governo più forte per proteggere il commercio e stabilizzare il sistema monetario.