1754-1783: stili di vita, tendenze sociali e moda: pubblicazioni

Anthony Benezet, Osservazioni sulla schiavitù, importazione e acquisto di negri (Germantown, Pa .: C. Sower, 1760) —In Osservazioni ha dichiarato: "Sono coraggioso di affermare, che l'idea nutrita da alcuni, che i neri sono inferiori ai bianchi nelle loro capacità, è un pregiudizio volgare, fondato sull'orgoglio o l'ignoranza dei loro signori Padroni, che hanno tenuto i loro schiavi a una tale distanza da non poterne formare un giusto giudizio ”;

Benezet, I perfetti nemici dell'America aperti: tenere conto degli effetti nefasti che assistono all'uso di liquori alcolici distillati e alla schiavitù dei negri (Philadelphia: stampato da J. James, 1774) —Benezet era un Philadelphia Quaker e un insegnante che lavorò instancabilmente per la giustizia sociale a metà del diciottesimo secolo. Ha fondato una scuola serale per neri nel 1759 e ha scritto libri che denunciano la guerra e la schiavitù e difendono i diritti dei nativi americani;

Reverendo Andrew Burnaby, Viaggia attraverso gli insediamenti centrali del Nord America negli anni 1759 e 1760, con osservazioni sullo stato delle colonie (Londra: T. Payne, 1775) —un resoconto di viaggio dettagliato che, contrariamente al titolo, descrive le condizioni dal Massachusetts alla Virginia. Burnaby è il migliore nel descrivere i fenomeni naturali e ha una visione condiscendente e conservatrice del governo e delle istituzioni americane;

Michel Guillaume Jean (J. Hector St. John) di Crèvecoeur, Lettere di un contadino americano: Descrivere alcune situazioni, modi e costumi provinciali, non generalmente noti, e trasmettere qualche idea delle circostanze interne tarde e presenti delle colonie britanniche in Nord America (London: Printed for Davies & Davis, 1782) —De Crèvecoeur era un ufficiale francese nella guerra franco-indiana che si stabilì a New York dopo la vittoria britannica in Canada, assumendo la vita di un contadino, come egli stesso descrive nel titolo del suo libro. Ha viaggiato molto in diverse parti del Nord America osservando i costumi, i costumi e la vita di frontiera nelle colonie. Il suo libro è stato estremamente popolare in Francia e in Inghilterra e ha dato agli europei le loro prime visioni della vita americana;

Enciclopedia dei parrucchieri (Parigi, 1762) - L'Enciclopedia delle parrucche era una guida per gli uomini della moda che descriveva e illustrava più di 115 stili di acconciature. Per i coloni illustri e ricchi, tenersi al passo con la moda europea era un must, e i libri sull'abbigliamento e l'etichetta erano popolari in America. La parrucca era un capo di moda particolarmente importante ed era essenziale indossare esattamente lo stile appropriato alla propria professione o posizione nella vita;

Benjamin Rush, Sermoni ai signori sulla temperanza e l'esercizio (Philadelphia: John Dunlap, 1772) —Pubblicato in forma anonima, questo è stato tra i primi lavori americani sull'igiene e un lavoro pionieristico dedicato alla moderazione nel bere e alla salute fisica. Rush mostra un buonsenso sbalorditivo per questo periodo di tempo, quando l'alcol veniva consumato a quasi ogni pasto e si pensava fosse un tonico per mille mali;

Samuel Stearns, Almanacco nordamericano per il 1776 (Worcester, Mass., 1776) —L'almanacco di Stearns era uno dei migliori di un genere molto popolare negli anni Sessanta e Settanta del Settecento. È stato pubblicato ogni anno durante tutto il periodo e, come altri del suo genere, ha pubblicato informazioni su fenomeni astronomici e astrologici, tramonti, maree e previsioni meteorologiche. Contiene anche versi, ricette, elenchi di funzionari pubblici, tabelle delle distanze e altri elementi di interesse. Soprattutto, gli almanacchi contengono commenti sugli eventi e sulla politica attuali, che hanno contribuito a mantenere gli americani informati sugli eventi significativi del periodo rivoluzionario. Il numero del 1760 di Stearns contiene una descrizione grafica della battaglia di Lexington;

John Trumbull, M'Fingal (Philadelphia: stampato e venduto da William & Thomas Bradford, 1776; Hartford, Connecticut: Hudson & Goodwin, 1782) —un poema in quattro parti, due delle quali furono pubblicate nel 1776 e le ultime due pubblicate sei anni dopo. Questo lavoro epico satira la causa dei lealisti ed è stato un argomento politico per l'indipendenza. Era molto popolare nelle colonie;

Noah Webster, Un istituto grammaticale, della lingua inglese, parte I (Hartford, Conn .: Stampato da Hudson & Goodwin per l'autore, 1783) —il famoso ortografo con il dorso blu che ha insegnato agli scolari il vernacolo americano per generazioni. Non è mai uscito di stampa e si stima che abbia venduto cento milioni o più di copie.