1754-1783: governo e politica: pubblicazioni

John Adams, Pensieri sul governo (Philadelphia: stampato da John Dunlap, 1776) - in risposta alla richiesta di Thomas Paine di una legislatura unifamiliare, Adams chiede un governo equilibrato per proteggere le diverse classi sociali;

Francis Bernard, Seleziona lettere sul commercio e il governo d'America; ei Principi di diritto e di politica, applicati alle colonie americane (Londra: stampato per T. Payne, 1774) —l'ex governatore reale del Massachusetts esorta la Gran Bretagna ad assumersi maggiori responsabilità nel governo delle colonie americane;

Daniel Dulany, Considerazioni sulla correttezza dell'imposizione di tasse nelle colonie britanniche, allo scopo di aumentare le entrate, per legge del Parlamento (Annapolis, Md .: stampato e venduto da Jonas Green, 1765);

William Hicks, Considerazione della natura e della portata del potere parlamentare (Filadelfia, 1768) - Hicks sostiene che i coloni non avevano delegato il potere fiscale al Parlamento;

Thomas Hutchinson, Copia delle lettere inviate in Gran Bretagna, da Sua Eccellenza Thomas Hutchinson, ... e da molte altre persone ... (Boston: stampato da Edes & Gill, 1773) - lettere di Hutchinson, Andrew Oliver e altri a Thomas Whately che sollecitano una mano più forte contro i coloni negli anni Sessanta del Settecento. Le missive furono inviate all'assemblea del Massachusetts da Benjamin Franklin nel dicembre 1760, con il risultato che il legislatore chiedeva la rimozione di Hutchinson e Franklin veniva denunciato al Consiglio privato;

Hutchinson, I discorsi di Sua Eccellenza il Governatore Hutchinson, all'Assemblea Generale ... con le risposte del Consiglio di Sua Maestà e della Camera dei Rappresentanti (Boston: stampato da Edes & Gill, 1773) - Hutchinson espose le sue opinioni sull'ordine costituzionale in un discorso all'assemblea il 6 gennaio 1773. Samuel Adams e Joseph Hawley redassero una risposta corretta da John Adams. Hutchinson replicò in uno dei dibattiti costituzionali più significativi prima del 1776;

Thomas Jefferson, Una visione sommaria dei diritti dell'America britannica (Williamsburg, Virginia: Stampato per Clementina Rind, 1774) - in queste istruzioni ai delegati della Virginia al Primo Congresso Continentale, Jefferson sosteneva che il Parlamento e il re avevano poca o nessuna autorità nelle colonie;

Thomas Paine, Buon senso (Philadelphia: stampato e venduto da R. Bell, 1776) —un feroce attacco al potere reale e alla costituzione inglese;

Allan Ramsay, Pensieri sull'origine e la natura del governo. Occasionata dalla tarda controversia tra la Gran Bretagna e le sue colonie americane. Scritto nell'anno 1766 (Londra: stampato per T. Becket, 1769) - un argomento contro il diritto delle colonie di non essere tassate perché gli uomini rinunciarono ai diritti naturali quando entrarono in uno stato sociale;

James Wilson, Considerazioni sulla natura e l'estensione dell'autorità legislativa del parlamento britannico (Filadelfia: stampato e venduto da William e Thomas Bradford, 1774) —Wilson sostenne che le colonie dovevano lealtà al re, ma non al Parlamento.